.
contributo inviato da Ronbo il 10 settembre 2008

Ciao,

ecco un altro errore che fa il mio partito. I tagli alla scuola, dopo 50 anni di sprechi democristiani e 15 di indecisione post prima repubblica, sono - a mio parere - inevitabili.
Certo: c'è modo e modo di farli.

Chiaro che classi da 35 alunni saranno pessime per una scuola che vorrebbe essere di qualità.

Questo governo taglia tranquillo sulla scuola perchè sa che la stragrande maggioranza dei docenti e degli ATA non votano a destra.

Perchè il PD non ha contrattaccato sugli aspetti ipocriti del DL 112 art. 64?

Se tagliano 87.000 + 42.000 ATA posti in tre anni, perchè non aumentano gradualmente e già dall'anno prossimo lo stipendio di chi resta? Precari inclusi?

Perchè - se l'intenzione è quella di premiare i dipendenti milgiori - non si stabilisce da subito cosa vuol dire, in pratica, meritocrazia nella scuola?

Perchè non si provvede a girare i fondi risparmiati all'edilizia scolastica già dall'anno prossimo?

Perchè non si impedisce (dall'anno prossimo) a chi è iscritto ad un albo professionale (architetto, ingegnere, istruttore di guida...) di insegnare, visto che un altro lavoro remunerativo già ce l'ha? Ciò libererebbe posti per i precari.

Perchè non si smette di dare lo stesso punteggio ai docenti delle scuole paritarie, i quali ottengono il posto grazie alle conoscenze, invece che per il posto che occupano in graduatoria?

Perchè uno si deve iscrivere a un salato corso di aggiornamento per avere punteggio senza avere la certezza di ottenere quei punti, se non in base a sentenze del TAR? E' democrazia questa?

Perchè non si fanno le nomine in Provveditorato a fine luglio anzichè a fine agosto, limitando l'ansia dei precari? Da decenni l'anno scolastico parte senza tutto il personale docente, senza che i professori abbiano i libri. E' uno scandalo.

Quando non ci sono soldi nelle casse delle Stato, i governi di destra sono più avvezzi a tagliare che a combattere l'evasione fiscale. Molti degli imprenditori votano a destra e a questi PDL e Lega lisciano il pelo, anzichè dare a quella parte di loro che sono evasori le mazzate che meritano. Perchè il PD non suona la grancassa mediatica anche su questo fatto?

Secondo me, il PD con "Tagliano il futuro" si concentra più sugli aspetti ideali che su quelli concreti. Naturalmente sono d'accordo sull'articolo, ma per controbattere occorre mettere il sale sulle ferite più visibili aperte dallo sciagurato decreto.

TAG:  SCUOLA  ISTRUZIONE  TAGLI  MANOVRA  ECONOMIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di grandmere inviato il 10 settembre 2008
Tu sei uno di quelli che questo governo l'ha votato, no? E non sapevi prima cosa ti avrebbe propinato? Non sapevi che per la destra un evasore fiscale è uno da premiare con eventuali condoni?
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
13 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork