.
contributo inviato da 52pazzo il 1 settembre 2008
Nelle mani dell'uomo malvagio ogni strumento crea dolore,
nelle mani dell'uomo probo ogni strumento crea felicità.

Bhe il detto non è proprio così ma il significato è proprio questo e allora vorrei porre all'attenzione di tutti coloro che passano da queste parti alcune ISTRUZIONI che, qualche decina di anni fa, un certo Aldolf Hitler forniva ai suoi adepti.

Adolf Hitler. In "Mein Kampf" spiega che una propaganda per essere efficace deve basarsi su pochi punti essenziali e ripeterli il più spesso possibile sotto forma di frasi fatte: "[...] i suoi effetti devono sempre essere rivolti al sentimento, e solo limitatamente alla cosiddetta ragione. [...] La ricettività della grande massa è molto limitata, la sua intelligenza mediocre, e grande la sua smemoratezza. Da ciò ne segue che una propaganda efficace deve limitarsi a pochissimi punti, ma questi deve poi ribatterli continuamente, i finché anche i più tapini siano capaci di raffigurarsi, mediante quelle parole implacabilmente ripetute, i concetti che si voleva restassero loro impressi."  (A. Hitler, Mein Kampf, parte I; trad. it. Hitler, La mia vita, Milano, Bompiani, 1939, pp. 195-196)

Tale Adolf Hitler certamente era un pazzo pericoloso per se e per gli altri ma altrettanto certamente non era proprio un imbecille per cui bisognerebbe sempre tener conto del fatto che non necessariamente tutte le cose che fa un pazzo sono cose da pazzi ma che anche i pazzi a volte fanno delle considerazioni molto intelligenti.

Una cosa da pazzi invece è pensare:
1) che siccome "noi siamo intelligenti", "tutti" lo siano almeno quanto noi

2) che le scelte che operiamo, quali esse siano, si basino su fattori razionali.
Le neuroscienze stanno portando prove sempre più evidenti del fatto che nelle scelte effettuate quotidianamente da un qualsiasi essere umano ed in qualsiasi campo vengono effettuate (politica, economia, finanza, lavoro, ecc.), l'unica cosa razionale è la giustificazione che viene fornita, a posteriori, per convalidare la scelta stessa; bisogna comunque tener conto del fatto che tale giustificazione razionale può benissimo essere fondata su presupposti che di razionale non hanno nulla.

3) che qualsiasi cosa fatta da un pazzo nazista sia una cosa da pazzi nazisti.
In termini tecnici questa si chiama Generalizzazione ed è uno degli errori cognitivi più diffusi sui quali c'è chi ha costruito delle fortune. Es. "Siccome dei comunisti mangiavano dei bambini bolliti, tutti i comunisti mangiano (almeno una volta al mese) i bambini bolliti.


Allora a mio avviso sarebbe utile meditare sull'antico saggio cinese.

Un fraterno saluto a tutti i compagni ed amici del PD
TAG:  FELICITÀ  DOLORE  INTELLIGENZA  PROPAGANDA ECONOMIA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
1 settembre 2008
attivita' nel PDnetwork