.
contributo inviato da rudyfc il 27 agosto 2008


"Mi pare che per la seconda volta è stato ammazzato Pio. Mi vergogno di essere siciliano, me ne vergogno senza scusanti". È la reazione dell'ex sindaco di Comiso Pippo Di Giacomo alla decisione del suo successore, Giuseppe Alfano (Pdl), di cancellare l'intitolazione dell'aeroporto cittadino a Pio La Torre, segretario del Pci siciliano assassinato da Cosa nostra. "Riteniamo più giusto – ha spiegato Alfano – conservare una denominazione che fa parte da più di mezzo secolo della memoria collettiva della città". L'aerostazione tornerà quindi a chiamarsi "Vincenzo Magliocco", così come quando era una base missilistica della Nato.

Per Walter Veltroni si tratta di "una scelta che non offende solo la sua memoria ma quella di tutti i siciliani onesti che sperano e credono che sia possibile costruire un futuro diverso e migliore per la propria terra". Prosegue il segretario del Pd: "Voler cancellare la memoria di uomini che, per come hanno speso la loro vita, rappresentano un patrimonio collettivo e non di parte rappresenta un atto arrogante e davvero incomprensibile. Non è questa la strada per costruire una storia condivisa, non è questa la strada per restituire alla Sicilia e al Mezzogiorno orgoglio e memoria di sé e del proprio passato migliore".

Una scelta "offensiva e inaccettabile" per la presidente dei senatori del Pd Anna Finocchiaro, che aggiunge: "In Sicilia tira una brutta aria di revisionismo storico: dopo le targhe nelle piazze ora vogliono cambiare i nomi agli aeroporti cancellando la storia siciliana. La destra sappia che noi glielo impediremo". "Se un sindachetto può permettersi di cancellare la memoria di un popolo – aggiunge il capogruppo Democratico all'Ars, Antonello Cracolici – allora rischiamo davvero di non avere futuro". E per l'europarlamentare del Pse e coordinatore nazionale di Sinistra democratica, Claudio Fava, "sottraendo alla propria città la memoria di Pio La Torre, il sindaco di Comiso ragiona come un mafioso. La decisione di cancellare quel nome ha tutta la forza di una violenza mafiosa: negare i morti, negare la memoria, parlare d'altro".
TAG:  COMISO  AEROPORTO  PIO LA TORRE  VELTRONI  FINOCCHIARO  PD  FAVA  CRACOLICI  DI GIACOMO 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork