.
contributo inviato da LMarchesiniBlog il 6 agosto 2008
Io non sono fatto per la vita politica nel senso comune di questa parola: non amo le furbizie dei politici e i loro calcoli elettorali; amo la verità che è come la luce; la giustizia che è un aspetto essenziale dell' amore; mi piace di dire a tutti le cose come stanno: bene al bene e male al male. Un uomo così fatto non deve restare più oltre nella vita politica, che esige - o almeno si crede che esiga - altre dimensioni tattiche e furbe!” (Giorgio La Pira, 1954)
 
Giorgio La Pira è un sindaco che si è speso moltissimo per la sua città, per i più poveri di Firenze. Spesso l’ha fatto anche in contrasto con il governo nazionale, diretto dalla DC. Non amava le furbizie dei politici.
 
Furbizie: mi sembrano proprio tali quelle di alcuni sindaci del PD che, in modo cavilloso, hanno dichiarato che non firmeranno la petizione lanciata da Veltroni contro le politiche gravi e di destra del governo Berlusconi, “Salva l’Italia”; Bassolino (“come potrei firmare un appello per salvare l’Italia da un governo con il quale giustamente collaboro nell’interesse dei cittadini? da che pulpito!), Cacciari (“non firmo, iniziativa sballata”). Trovo sgradevole e strumentale (strumentale ad una continua delegittimazione di Veltroni e del progetto del PD) una tale posizione: quando mai un sindaco di centrosinistra ha avuto problemi a collaborare con qualunque governo, mantenendo il proprio profilo politico e la propria iniziativa di opposizione a livello nazionale ? Lo dice bene Bettini: “Bassolino ha il dovere di collaborare con il governo, ma anche il dovere di contrastare le scelte dannose del governo”). E non ha dubbi un sindaco intelligente e certamente non fazioso, Chiamparino: “Certo, la firmo con tutte e due le mani, ci mancherebbe altro”.
 
Ecco perché è importante che tutti gli amministratori locali, a partire dai Sindaci, ma anche assessori, consiglieri comunali, di quartiere, provinciali (tanti avranno già firmato) firmino ma, soprattutto, evidenzino questa nostra scelta, motivandola e rafforzando le ragioni proprio per il bene del Paese, una firma che vuole “salvare l’Italia”. Magari anche commentando questo post.
 
Se occorre ricordare cosa sta avvenendo nel nostro Paese in questi mesi, suggerisco di leggere questo elenco di Sandra Bonsanti (di Libertà & Giustizia), il “Libretto nero del Paese Italia”.

TAG:  PARTITO DEMOCRATICO  PD  VELTRONI  BASSOLINO  CACCIARI  LIBERTÀ E GIUSTIZIA  LA PIRA  CHIAMPARINO  SINDACI  SALVA L'ITALIA  SANDRA BONSANTI  LIBRETTO NERO 

diffondi 

commenti a questo articolo 5
commento di LMarchesiniBlog inviato il 7 agosto 2008
mauryrevolution: commento inaccettabile. Solo volgarità, bile e niente ragionamenti politici. Tra l'altro penso che tanti che la pensano come te abbiano, fino a poco tempo fa, adorato e riempito di consensi Bassolino. Sempre la stessa storia di gran parte del Sud: o adorare o calunniare. Prima si riempono di consensi Orlando o Bassolino, poi diventano la feccia. E mi tocca anche difendere Bassolino, la cosa che non ti perdono! E cosa c'entra la moglie di Bassolino. O si parla di lui o di sua moglie.
commento di mauryrevolution inviato il 6 agosto 2008
Se Veltroni ha le palle, deve prendere a calci in culo Bassolino e sbatterlo fuori dal PD, perchè sia Bassolino che la moglie, se non sbaglio europarlamentare, non hanno fatto altro che i cazzi loro in regione campania! Fidatevi ho qualche amico in regione, e di posti ne ha dati parecchio!!!
Proposta per rimuovere Bassolino" perchè non lo mettono sui treni per la germania per mandarlo all'inceneritore che hanno lì?" Secondo me neanche lì lo vogliono!!
commento di stagioni inviato il 6 agosto 2008
"Sgradevole e strumentale" è dire ancora poco.
informazioni sull'autore
LMarchesiniBlog
Anzola dell'Emilia
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork