.
contributo inviato da djazz il 20 luglio 2008
 La morte del piccolo Davide Marasco

Richiesta di ripubblicazione di un articolo di Luca Volontè come monito a chi seppellisce di bottiglie il corpo di Eulana Englaro, volendo seppellire la sua storia e la dignità di suo padre.

Comunicato stampa e lettera aperta ai Direttori degli organi di informazione: da Marco Cappato, Deputato europeo radicale e Segretario dell'Associazione Coscioni

E' morto stamane il piccolo Davide, il bambino di tre mesi affetto da sindrome di Potter la cui patria potestà era stata sottratta ai genitori, colpevoli di aver esitato nella scelta di curare il loro bambino. Davide è morto nel reparto di terapie intensiva dell'Ospedale di Bari. Esprimo le condoglianze ai genitori e alla famiglia, da parte mia, del Partito radicale e dell'associazione Luca Coscioni.
Mentre i telegiornali di regime ci offrono, senza repliche, il fiume di immagini dal palcoscenico di chi usa il corpo di Eluana Englaro seppellendola - lei, la sua storia, il dolore e le dignità di suo padre - sotto una montagna di bottigliette, chiedo ai Direttori degli organi di informazione italiani di ripubblicare, di rileggere, la lettera di Luca Volonté pubblicata dal quotidiano Liberal il 30 maggio.
La lettera dell'Onorevole Volonté, nel giorno del dolore dei genitori di Davide, è davvero il miglior monito per quella folla di persone "per bene" che scaricano i propri liquidi imbottigliati contro Beppino Englaro; un monito affinché non perdano del tutto, se non il senso della pietà, almeno quello della misura e della decenza. Buona (ri)lettura:

L'INCREDIBILE CINISMO DI QUEI GENITORI DI FOGGIA

(...) A Foggia e' nato un piccino con la sindrome di Potter (senza reni e uretri), un bimbo vivo che respira da solo e vorrebbe scalare il mondo. Se tutto andra' bene, sino all'eta' di dieci anni, Davide dovra' sottoporsi a dialisi e poi sara' trapiantato e stara' benone. I genitori vogliono consegnarlo invece alla morte, interrompere le cure e lasciarlo morire...lui che vuol vivere. Con loro, oltre ai Radicali, il solito suono stridulo dei compassionevoli sacerdoti della 'perfezione',del bambino pubblicitario,settebellezze e successi. Non sarebbe giusto curarlo per dieci anni per poi guarirlo,meglio accopparlo subito cosi' si spende meno, si ha un impiccio in meno e poi si consente la vita piu' agiata agli 'adatti'. Cartagine sacrificava i fanciulli al demone per aggraziarselo,in Italia si sacrificano i neonati al 'dio' consumistico della perfezione. Strano solo che nessuno si chieda che i sacerdoti di tale criterio,siano essistessi imperfetti e,aggiungo,con molte rot! elle fuori posto.Davide vivra', lo ha deciso il tribunale e il medico se ne prendera' cura, sempreche' i genitori non montino una camapagna per il funerale del proprio figlio. Sarebbe una terribile prova del regresso civile italiano. (...) Luca Volonté (UDC)

TAG:  ELUANA  VESCE  EUTANASIA  ACCANIMENTO TERAPEUTICO  TESTAMENTO BIOLOGICO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
clclclc
Berlino
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork