.
contributo inviato da camps il 2 luglio 2008

Come al solito la sinistra gioca solo di rimessa: di fronte alle proposte di voler prendere le impronte digitali ai bambini Rom l’unica cosa che sappiamo fare è ventilare atteggiamenti razzisti. Senza dubbio queste proposte hanno una base fortemente razzista, ma purtroppo tutti (per non dire “la gente comune”) vogliono delle risposte in tema di sicurezza, naturalmente il problema è stato creato e montato ad arte, ed è facile assecondare delle proposte (che a non tutti paiono razziste) che almeno diano l’impressione di fare qualcosa. Per mio conto avrei una proposta molto semplice TOGLIAMO I BAMBINI ROM DALLE STRADE! C’è un medito molto semplice ed efficace, NON FACCIAMO PIU’ L’ELEMOSINA AI BAMBINI ed agli adulti accompagnati da BAMBINI. Ritengo che una campagna in questo senso sia molto semplice da approntare e da portare avanti. Quando mi capita incontrare bambini che chiedono soldi, per non deluderli do loro delle caramelle o delle gomme (le ho sempre in macchina per questo) e vi assicuro che il loro sorriso è veramente spontaneo. NON PRENDIAMO IMPRONTE DIAMO CARAMELLE

TAG:  IMPRONTE DIGITALI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di peana inviato il 2 luglio 2008
non credo bastino le caramelle.
Bisogna integrarli, a cominciare dai bambini i cui diritti sono scritti nella Carta costituzionale dei diritti dei bambini dell'ONU.
Si tratta di un onere per lo Stato, ma sono indubbiamente soldi spesi bene, non soo per i bambini, ma per tutta la nostra Comunità
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
10 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork