.
contributo inviato da redazionepd il 25 giugno 2008
Nell'intervista di oggi a La Repubblica Anna Finocchiaro è molto chiara: "Un sistema di protezione per le più alte cariche dello Stato dovrebbe essere introdotto con legge costituzionale, utilizzabile per un solo mandato, che interrompa la prescrizione e che, soprattutto, entri in vigore dalla prossima legislatura". E' quanto dice sull'ipotesi di un lodo Schifani la presidente del gruppo del PD al Senato.
"Noi non abbiamo pregiudiziali di principio su un sistema di protezione che vige anche in altri Paesi europei - sottolinea Anna Finocchiaro - Qui però abbiamo un premier che vuole subito questa norma e la vuole per sé e per il proprio processo. Non credo che in queste condizioni ci possano essere
aperture".
L'intervista completa è nella rassegna stampa del sito del PD
 
TAG:  FINOCCHIARO  PD  GIUSTIZIA  LODO SCHIFANI  BERLUSCONI  PROCESSO MILLS 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di babbo natale inviato il 2 novembre 2008
Il lodo Alfano non cancella il processo in questione per il capo del Governo ma lo sospende fino alla fine del mandato.Ovviamente anche la prescrizione ( se c'è) viene bloccata.Questo tipo di norma è già in vigore in tanti paesi europei.Non capisco dove stia il problema.Mah!!!
commento di ntc inviato il 10 luglio 2008
macchè immunità per le alte cariche, scherziamo? un'alta carica che è inquisita non deve essere tutelata per poter svolgere il proprio lavoro, al contrario deve andarsene, perchè non è degna del posto che occupa.
signori del PD, credete forse che noi si sia contrari all'immunità parlamentare soltanto perchè ci guadagna berlusconi? è solo uno dei tanti motivi.
commento di nunzio59 inviato il 4 luglio 2008
purtroppo c'è gente che si scandalizza a sentir parlare dei giudici, provate ad averne a che fare con questa casta, non ve ne uscirete più! sono d'accordo con chi vuole regolamentare la giustizia, avendo passato per tanti anni l'inferno giudiziario, poi assolto ancora oggi a distanza di tanti anni si è etichettati; sulle intercettazioni è giusto che vi sia un decreto, per quanto riguarda Di Pietro poteva continuare a fare il Magistrato, non abbiamo bisogno di un paladino dei magistrati al governo per rappresentare e difendere i diritti e previlegi dei giudici.
commento di marisal inviato il 3 luglio 2008
Vi aspettiamo in piazza l'8 luglio... cosa aspettate?
commento di stefano_augello inviato il 2 luglio 2008
Avrebbe forse senso per procedimenti relativi ad ipotesi di reato attinenti ad atti compiuti nel corso del proprio mandato.
Per atti precedenti, e' una vigliaccata.
commento di Ghost12 inviato il 2 luglio 2008
ho letto la costituzione un pò di tempo fà e a quanto mi ricordo c'era scritto che la LEGGE è UGUALE PER TUTTI...senza distinzione di appartenenza sociale o di ruolo istituzionale(non dice proprio così ma è quello che mi ricordo!) quindi le 4 alte cariche dovrebbero essere di esempio morale per tutta l'italia e quindi non rimanere immuni dai processi ma, altresi, affrontarli con dignità e rispetto delle leggi vigenti.
c'era una legge che prevedeva una sorta di immunità ma era del '49, quando c'erano ancora strascichi freschi del ventennio fascista!!!
quella legge è stata tolta finalmente nel 93 e non dovrebbe mai più mettere piede in italia!!!
commento di carlocattorini inviato il 2 luglio 2008
Nel titolo XII alla fine del testo della Costituzione Italiana
http://www.quirinale.it/costituzione/costituzione.htm
è scritto
"È vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista."
ma questo è un regime nazista...
commento di Ghost12 inviato il 2 luglio 2008
ho letto la costituzione un pò di tempo fà e a quanto mi ricordo c'era scritto che la LEGGE è UGUALE PER TUTTI...senza distinzione di appartenenza sociale o di ruolo istituzionale(non dice proprio così ma è quello che mi ricordo!) quindi le 4 alte cariche dovrebbero essere di esempio morale per tutta l'italia e quindi non rimanere immuni dai processi ma, altresi, affrontarli con dignità e rispetto delle leggi vigenti.
c'era una legge che prevedeva una sorta di immunità ma era del '49, quando c'erano ancora strascichi freschi del ventennio fascista!!!
quella legge è stata tolta finalmente nel 93 e non dovrebbe mai più mettere piede in italia!!!
commento di carlocattorini inviato il 1 luglio 2008
L'attuale situazione politica andrebbe risolta seguendo lo stesso programma del governo Berlusconi, che prevede MULTA e OSCURAMENTO TV.
Provvedimenti mai realizzati.

http://www.governoberlusconi.it/conflitto_interessi.htm
commento di carlocattorini inviato il 30 giugno 2008
Ho letto in MOLTI siti ad esempio http://www.corriere.it/politica/08_giugno_26/berlusconi_financial_times_8a3f7296-4351-11dd-bb33-00144f02aabc.shtml
che Berlusconi vuole far approvare una legge che sospenderebbe per un anno le cause con una possibile pena SUPERIORE ai dieci anni.
Anche qui: http://www.rainews24.rai.it/notizia.asp?newsid=82913

Ho letto in MOLTI ALTRI siti ad esempio http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2008/06/giustizia-processi-sospesi-anm.shtml?uuid=4c719a42-3d5d-11dd-bc5b-00000e251029&DocRulesView=Libero
che Berlusconi vuole far approvare una legge che sospenderebbe per un anno le cause con una possibile pena INFERIORE ai dieci anni.
Anche qui: http://www.ansa.it/opencms/export/site/notizie/rubriche/daassociare/visualizza_new.html_103007850.html

SONO TUTTI SITI AUTOREVOLI...
commento di carlocattorini inviato il 30 giugno 2008
Ho letto in http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/cronaca/linate-documenti/linate-documenti/linate-documenti.html che il "nostro" primo ministro, per risparmiare sul kerosene (e sulla preparazione del suo personale), avrebbe sulla coscienza 118 morti.
Altro che 10 anni di galera...
Ah ma è vero c'è la prescrizione.
Vi ricordate come Berlusconi ha potuto avere tutto il suo potere, come Craxi gli ha permesso di controllare gli occhi e il cervello dei telespettatori?
tutta la trama delle televisioni e non solo viene raccontata in
http://www.uonna.it/ragnatela4.htm
I programmi televisivi di intrattenimento sulle reti private nazionali Canale5, Italia1 e Rete4 sono pieni di scene accattivanti e/o violente (le nazionali pubbliche RAI non ne offrivano prima che comparissero le nazionali private, c'era una censura morale).
Qualcuno ha fatto fantastiliardi di euro con l'immoralità.
Basterebbe ricordare Canale5 nei polizieschi e nei varietà serali.
Ora ho 38 anni, quando ero bambino piccolo ricordo che in tv non c'erano nè la pubblicità asfissiante di adesso, nè le dozzine di femmine con braccia coscie e ombelichi fuori; c'era una censura morale.
Non c'era una legge (la "buon costume") che li vietava?
Per conseguire la patente di guida, bisogna presentare il casellario giudiziale pulito; per farsi eleggere in incarichi politici, no?
commento di giopinto inviato il 29 giugno 2008
Vergogna!! Berlusconi definisce i giudici "metastasi" e la Finocchiaro si scandalizza di cosa dice Di Pietro di intercettazioni che sono chiare anche ai bambini. Siete peggio di Berlusconi!! Voi siete stati eletti e prendete i nostri soldi per fare l'opposizione e poi fate dichiarazioni uguali ai peggiori esponenti di Forza Italia. Meno male che c'è l'IDV. Non voterò mai più il PD!!
commento di giopinto inviato il 29 giugno 2008
Vergogna!! Berlusconi definisce i giudici "metastasi" e la Finocchiaro si scandalizza di cosa dice Di Pietro di intercettazioni che sono chiare anche ai bambini. Siete peggio di Berlusconi!! Voi siete stati eletti e prendete i nostri soldi per fare l'opposizione e poi fate dichiarazioni uguali ai peggiori esponenti di Forza Italia. Meno male che c'è l'IDV. Non voterò mai più il PD!!
commento di nasci claudio inviato il 27 giugno 2008
Le invio mie proposte fatte al Presidente della Repubblica Italiana
Egregio Sig. Presidente
le chiedo cortesemente di intervenire come membro superiore del consiglio superiore della magistratura,
richiamando i magistrati ed i pubblici ministeri a svolgere la loro attività con scrupolo e con doveri e diritti
e di non interferire nelle decisioni del governo italiano o del parlamento italiano, i quali sono tenuti a legiferare
su mandato del popolo italiano, mentre la magistratura è un potere esecutivo, quindi devono sottostare alle
sue leggi, se questo non lo fanno, ma si riuniscono in associazioni per contrastare le leggi dello stato, questo
non è nei loro compiti, altrimenti si dimettono da magistrati e si fanno eleggere come deputati o senatori. visto
che mi risulta che questi signori percepisconi lo stipendio pagato da tutti i cittadini italiani e non da poco.
Inoltre, chiederei alla signoria Vostra di chiedere un decreto al governo italiano, per dimettere d'ufficio, qualsiasi
membro della magistratura che non operi con dovere, e lasciarlo senza stipendio per 3 anni.
Grazie
commento di frescodibucato inviato il 25 giugno 2008
avevo già scritto precedentemente in altro "post" che DI PIETRO E' ESATTAMENTE COME BERLUSCONI. concordo con quanto hai scritto. non concordo sul fatto della "protezione" alle alte cariche dello Stato. sono cittadini con molti privilegi, devono essere al di sopra di ogni sospetto.
commento di Rotondi inviato il 25 giugno 2008
Ho fatto nove anni l'assssore all'ambiente del mio comune. Mi sono impegnato in difesa del mio comune, collezionando due procedimenti giudiziari conclusi con la mia assoluzione o non luogo a procedere e con provvedimenti per quelli che ritenevo inquinatori. Il comune ha pagato le mie spese legali (roba da mutuo). Se fossi stato condannato avrei pagato io.
Ci ho rimesso un po' in salute ma non mi lamento.
Proteggere solo le alte cariche dello stato, per reati commessi PRIMA di essere eletti, è una norma odiosa che non può che farci perdere consensi.
commento di meltemi inviato il 25 giugno 2008
concordo pienamente con te, smac
commento di smac inviato il 25 giugno 2008
Bene redazionepd. E’ giusto che ciascuno dica liberamente la sua, ma prima di criticare atti e dichiarazioni formali del PD è bene che questi vengano letti. Poi è evidente che si possa condividere o meno un certo tipo di opposizione; ma non mi si venga a dire che il PD è per le leggi vergogna, perché questa è un’infamia e come tale va respinta al mittente!
Io, che non sono certo tenero col partito che ho votato, dico che questo modo di informare, anzi di D I S I F O R M A R E, è semplicemente sciacallesco, tanto più da parte di chi sostiene a spada tratta Di Pietro, cioè l’anima bella, il puro, l’immacolato, l’Unto del Signore, insomma colui che ha necessità divinatoria di D I S T I G U E R S I sempre e comunque non solo sulle banalità, ma anche quando non esiste alcuna differenza di merito sui problemi. ( Per inciso, se non si vogliono dire autentiche castronerie a proposito delle leggi vergogna, si vada a leggere A T T E T A M E N T E le dichiarazioni di Soro e della Finocchiaro).

Si vuole inoltre parlare di etica, di onestà e di valori? Come definire tranquillo voltafaccia di Di Pietro rispetto agli accordi col PD, che l’hanno portato in Parlamento? E cosa dire del suo preconcetto e sistematico attacco al PD, nel tentativo di sfruttare impunemente una, tra l’altro, immeritata rendita di posizione?
A LUI interessa solo l’IDV!

L’inconciliabilità tra PD e IDV non sta solo sull’inaffidabilità di un personaggio senza scrupoli, ma anche sulla sua disinvolta cultura politica.
Ho sempre sostenuto che Di Pietro è un egocentrico, che non riuscirà mai a stare in un partito che non sia solo il SUO. Per questo è un personaggio ad altissimo rischio di affidabilità e coerenza.
Per molti aspetti Di Pietro è come Berlusconi. Pensateci bene.



informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork