.
contributo inviato da luigibeccia il 24 giugno 2008

E' finito l'Europeo e si è chiuso un ciclo. Si è chiuso il ciclo della squadra nazionale più vecchia dell'Europeo e tra le più vecchie del mondiale, che pur è stato gloriosamente vinto.
Ora si torna a parlare di Marcello Lippi. Io, grande sostenitore dell'allenatore Campione del mondo, non posso che essere contento, anche se credo che Donadoni non abbia poi fatto molto male.

Ora bisogna avere il coraggio di svecchiare. Anche la Nazionale, in questi ultimi anni, è stata incredibilmente chiusa ai giovani talenti, come il resto del Paese.
Basti pensare che un talento puro come Aquilani ha dalla sua parte solo sei presenze.
Per cui dei vecchi rimane solo chi è indispensabile: Cannavaro in attesa di un difensore centrale decente (magari Nesta!!!) così come Grosso visto che di terzini sinistri non se ne vede l'ombra.
Rendere possibile la convivenza di Pirlo e De Rossi è fondamentale. Non si può rinunciare a uno dei due. Ovviamente in porta Buffon. A centrocampo attenzione su Montolivo: se confermerà i progressi di quest'ultimo anno è ora di responsabilizzarlo. In attacco io sono per un cambiamento radicale: Amauri-Balotelli (che è un campione) pronti a lasciare il posto a Cassano se questi, finalmente, diverrà il miglior giocatore Italiano.
Questi i titolari, poi nel gruppo Dossena, Santacroce, Maggio, De Ceglie e De Silvestri. Pronti al rilancio Pazzini e Gilardino. Coraggio, Italia.

UPDATE: Oddio, scusate, mi son scordato Giuseppe Rossi!!!!
TAG:  ITALIA  NAZIONALE  LIPPI  DONADONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork