.
contributo inviato da corradoinblog il 20 giugno 2008
E' davvero fantastico notare come il fumo della Robin Tax o la demagogia della tessera del pane (peraltro, come si spiega bene qui, una squallida elemosina che distoglie risorse da un vero welfare) riescano ad occultare cosa c'è davvero nella manovra economica di Tremonti: ad esempio, l'abolizione delle norme antievasione indirizzate a artigiani commercianti e professionisti, oltre ovviamente al taglio indifferenziato (e del tutto teorico) delle spese pubbliche.

Ma ciò che è ancora più stupefacente, è come i commentatori di sinistra e il PD stesso diano credito all'obiettivo di pareggio di bilancio, quando tutta la manovra si basa su una previsione di inflazione programmata all'1,7% nel 2008 e 1,5% nel 2009. Considerando che a maggio 2008 l'inflazione è certificata dall'Istat al 3,6%, sarebbe curioso sapere come sarà raggiunto quel risultato, visto che le varie grandezze macroeconomiche sono comunque legate a quell'irraggiungibile obiettivo.



*****


Oggi è la giornata del rifugiato. In Italia, e purtroppo ormai  in Europa, la giornata dell'ipocrisia.
TAG:  RIFUGIATI  TESSERA DEL PANE  INFLAZIONE PROGRAMMATA 

diffondi 

commenti a questo articolo 2
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork