.
contributo inviato da fabriziope2008 il 17 giugno 2008
Ho appena letto un articolo di Sansonetti su Liberazione...vi prego fate vostre quelle istanze, l'italia ha bisogno di un'opposizione che parla alle vite dei suoi elettori, non che insegue i temi cari al cavaliere.
Chiediamo di risponderci sui temi del caro vita, sul precariato, sulla sicurezza (ma quella sul lavoro) sull'Alitalia...se c'invortichiamo sulle toghe rosse, le leggi personali finiremo per fare ancora una volta il loro gioco (tanto sono temi che vedono il loro elettorato al fianco del leader).
TAG:  OPPOSIZIONE  GOVERNO OMBRA  INTERCETTAZIONI  ALITALIA  RETE 4  TV  ESERCITO  LODO SCHIFANI  VELTRONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di radarista42 inviato il 18 giugno 2008

Basta, basta, e ancora basta. Mi aspetto un partito decisionista, che faccia valere il parere proprio e , nel caso la maggioranza decida di avvalersi della forza dei numeri( come appare evidente...) Rottura su tutti fronti.
Ricordiamoci che le cose da affrontare subito sono il potere di acquisto per i pensionati, nel suo insieme, e dei lavoratori!!
Lotta dura per ottenere la ridistribuzione della ricchezza con interventi verso le classi più deboli.
Bisogna riprendere, immediatamente, a far funzionare le sezioni, a Sarzana( La Spezia) siamo allo sbando,le sezioni non fanno più politica, im compagni non sono più convocati in attesa di cosa non si sà.
Corriamo il rischio, seriamente, che la componente proveniente dalla ex Margherita si stacchi,(Savona ne è un esempio!).
I dirigenti locaLI, e Burlando e Orlando lo denunciano nei loro interventi, PENSANO PIU' A CHE POSTI OCCUPARE, PIUTTOSTO CHE ATTIVARSI PER COINVOLGERE GLI ISCRITTI E ANDARE ALLA RICERCA DI NUOVE ADESIONI, NON UTILIZZANDO QUANTO DI POSITIVO IL PD HA FATTO A LIVELLO NAZIONALE, REGIONALE E LOCALE.
iL PARTITO SI MUOVA!!!

PIERGIORGIO
commento di emisama inviato il 18 giugno 2008
Bisogna fornire una immagine NUOVA PER DAVVERO DEL PD ma il problema primario rimane lo stesso: OCCORRE DARE UNA SPALLATA ALLA NOMENKLATURA DEL PD, non è facile e nemmeno rapido però va fatto se vogliamo ancora arginare i tentacoli di Berlusconi. Giorni fa ci si era aggregati sull'intervento di plumbago54 "E'ORA DI CAMBIARE IL PD SIAMO NOI" per qualcke giorno è stato riproposto ma sarebbe stato necessario che tutti gli scontenti, quelli cui non piace la piega presa dal PD con la riproposizione delle stesse facce e degli stessi schemi (correnti, fondazioni e simili) lo avessero sottoscritto per avere almeno un documento comune con molte adesioni su cui basare poi i passi successivi e magari (ma proprio magari!) farlo arrivare all'assemblea costituente o comunque farlo conoscere ai vertici, perciò ripartiamo di lì!
commento di vincenzoct inviato il 18 giugno 2008
E basta con la demonizzazione dell'avversario, hanno vinto le elezioni e stanno facendo il loro gioco.
Le porcate le hanno fatte anche i nostri quando erano al governo (indulto, legge sulle intercettazioni telefoniche etc.)
Ora bisogna fare il nostro gioco e non correre appresso al caimano.
Se abbiamo idee tiriamole fuori, prendiamoci le nostre responsabilità.
NON SI VINCE DEMONIZZANDO L'AVVERSARIO MA TIRANDO FUORI LE NOSTRE CAPACITA' (se le abbiamo)
Vincenzoct
commento di max bianco inviato il 18 giugno 2008
Abbiamo a che fare con necrofili, criminali e fascisti. Il dialogo deve limitarsi ai doveri istituzionali. Si tratta di banditi che, con la complicità dell'idiozia e dell'ignoranza di buona parte del popolo italiano, stanno dando il colpo di grazia al sistema Italia distruggendo lo stato di diritto, la legalità e l'ambiente.
Vanno combattuti ovunque e dovunque richiamando all'azione democratica tutti i componenti disponibili della parte sana della Nazione italiana. Abbiamo bisogno di un processo democratico collettivo in cui a ogni individuo disponibile sia data la possibilità di organizzare attività di contrasto allo sfacelo sociale e mentale. Vanno favorite le attività di sezione, la collaborazione con associazioni locali di cittadini, la creazione di comitati popolari ovunque sia possibile.
quella che ritiene pericolosi i lavavetri più che i criminali che torturano e uccidono in Iraq o in Afghanistan.
Basta con una pseudosinistra che contrasta i cittadini che rifiutano ciò che degrada l'ambiente o mette in pericolo la loro esistenza.
Basta con l'azione di politburo che, come la Banda Finocchiaro in Sicilia, si sono rivelati fallimentari e inconcludenti.
commento di comaroschi inviato il 18 giugno 2008
Tutti a dare voti a sansonetti a dire che nessuno lo ascolta e che tutti ascoltano berlusconi. E' peggio sansonetti o berlusconi e pecoraro e giordano? Sti cazzi di sansonetti: dice delle cose sensate o no? Ha ragione? Sì, anche perchè è facile aver ragione adesso.
Il consenso, il marketing... Il marketing... Non avete ancora capito che sono armi che il centro-sinistra non sa usare? Hanno chiamato - ad esempio - la loro sede "il loft". La parola già moscia di per sè in italiano - L-o-f-t sembra una roba che si sgonfia - nell'immaginario giovanile evoca un posto da fighetti dove si fanno le feste o si bevono gli aperitivi. Sorvolo su quelle passate: "tesoretto", "bamboccioni" ecc. Un esperto vero di marketing politico le avrebbe fatte cancellare dal vocabolario di tutti gli esponenti del pd all'istante, invece ci si è sguazzato dentro e si continua. Inoltre ricordo che le uniche volte che il centro-sinistra ha vinto il suo leader era il contrario del marketing: Romano Prodi. Un volto da parroco di provincia, uno che grazie a dio parlava poco e appariva poco in televisione, lo stretto necessario. Che è inutile indignarci, come dice qualcuno, è una stronzata. Troppo poco lo abbiamo fatto, troppe poche iniziative sono state prese. Indignarsi mantiene vivi, continuare a lottare, anche in pochi, vale sempre la pena. In un bel film la proprietaria di un giornale diceva al suo cronista che aveva perso la battaglia: "quando la battaglia è giusta vincere o perdere non conta, qualcosa di buono comunque ne uscirà". Credo sia sempre vero.
commento di frapem inviato il 17 giugno 2008
Dì al tuo amico Sansonetti che i giordano e i bertinotti e diliberto e i pecoraro scanio, si sono seduti al tavolo del magna magna senza tanti scrupoli.
Dì al tuo amico Sansontetti che il sud deve essere militarizzato se vogliamo distruggere la camorra e la mafia, che la democrazia non significa un sindaco per ogni cittadino e così via.
Dì al tuo amico Sansonetti che la dirigenza della sinistra rifondarola, Giordano in testa, è ancora lì, e che si vergogni!!!
commento di bisabisu inviato il 17 giugno 2008
Cominciamo ad allertare chi ancora crede nella legalità e nei valori della democrazia. Non possiamo ulteriormente sopportare i soprusi di chi ha scambiato il palazzo del governo per una depandance della sua azienda.Svegliamoci o ci ritroveremo,nostro malgrado a vivere un'altro ventennio.
commento di valeriox inviato il 17 giugno 2008
xelio:prima facciamo proposte concrete e prima la curva scenderà. sansonetti si disinteressa delle proposte, per lui bastano i problemi.
Invece non bastano!
commento di elio_s inviato il 17 giugno 2008
Quasi i 2/3 degli italiani hanno dato a Berlusconi carta bianca. Quanto consapevolmente non so dire,so solo che il suo markleting politico di Berlusconi è stato efficace. Ha indotto bisogni senza che i bisogni esistessero e li ha, poi, assecondati convincendo gli italiani che, in effetti, avevano questi bisogni. Ora, ovviamente, li sta soddisfacendo con i prodotti che tutti conosciamo. Secondo la curva della vita delprodotto vi è un momento in cui essa sale in maniera vertiginosa e il prodotto ottiene la massima simpatia del cliente, poi vi è un momento di assestamento in cui il cliente, saturo del prodotto non se ne interesse più, infine vi è la repentina discesa della curva che, se il produttore non trova alternative, lo porta alla rovina.
Tatticamente parlando, il PD deve impostare una campagna di contro-marketing politico che impedisca la crescita ascensionale della curva contrapponendo al prodotto di Berlusconi un suo prodotto. Quale? Il prodotto proposto da Sansonetti: lo stato in cui versa il cittadino italiano. Se questo non succede ora, bisognerà aspettare la curva in discesa...e chissà quando scenderà.
commento di gomorra inviato il 17 giugno 2008

ADERITE ALL'INIZIATIVA "ARRESTATECI TUTTI" su VOGLIOSCENDERE.IT
commento di GTP3 inviato il 17 giugno 2008
Per quanto non abbia molta simpatia per Sansonetti, devo ammettere che le sue argomentazioni non sono da scartare. Sono anni che il centrosinistra e la sinistra tentano di arginare Berlusconi. Tentano di "delegittimarlo" con il conflitto di interessi e con il lungo strascico giudiziario che si porta dietro. Problematiche che sono di una gravità intollerabile per qualsiasi cittadino che abbia a cuore la democrazia. Ma è anche vero che in tutti questi anni il centrosinistra e la sinistra non sono stati capaci, promettendo sempre, di fermare questa deriva populista e risolvere il conflitto d'interesse. A volte ho pensato che la sinistra non avesse determinazione nel risolvere questi problemi in quanto, tenere Berlusconi sotto pressione, era più vantaggioso da usare per il consenso politico che questo situazione apportava. Non ho scelto il PD per farmi inscatolare in una querelle che ci ha visto ripetutamente perdenti. Mi aspetto che il PD e Veltroni attuino una politica stringente e convincente sui temi che richiamava fabriziope2008. E' ora che cerchiamo noi di imporre temi attuali e riusciamo noi ad imporre il tavolo sui quali si discute. Sono stanco di muovermi secondo l'agenda di Berlusconi. Abbiamo la possibilità di farlo, o sconfessiamo noi stessi e quanto abbiamo affermato in campagna elettorale.
commento di valeriox inviato il 17 giugno 2008
Peccato che gli italiani al sansonetti non se lo sono filato proprio alle elezioni!
La tua medicina assomiglia all'indicazione che il condannato dà al boia su come deve tagliargli il collo: scusa l'ironia, non volevo essere scortese.
Solo indurre a riflettere cosa ne è stato delle belle ricette del sansonetti.
commento di partigiano49 inviato il 17 giugno 2008
ormai è tardi con la maggioranza che hanno fanno qualsiasi cosa e noi ci "indignamo"... bisognava essere più realisti prima ora possiamo solo prepararci fra 5 anni ma se il vertice è questo ho poche speranze
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
17 giugno 2008
attivita' nel PDnetwork