.
contributo inviato da lupoAlberto il 7 giugno 2008
«non è un'alleanza, non è un partito unico, è un 'cartello elettorale'», dicevano...

da repubblica.it:
 Arriva la manovra: 36 miliardi in tre anni, forse approvata il 18 giugno.
Contestati i tagli al Mezzogiorno per finanziarie gli sconti fiscali. Comuni in allarme

Ici, la rivolta della Sicilia,
Lombardo fa ricorso alla Consulta
 

A capo della protesta il leader del Movimento per l'autonomia di Lombardo, l'alleato di Berlusconi. Con lui il governatore della Calabria. (di Barbara ARDÙ)

<b>Ici, la rivolta della Sicilia<br/>"Ricorso alla Consulta" </b> 
Raffaele Lombardo, leader Mpa, e Silvio Berlusconi

ROMA
- La Sicilia non ci sta a pagare di tasca propria l'abolizione dell'Ici per tutti gli italiani. Raffaele Lombardo, presidente della Regione e alleato di Berlusconi al governo, annuncia battaglia. Ricorrerà alla Corte costituzionale contro lo scippo operato dal governo e voterà contro il provvedimento. È il primo strappo del leader dell'Mpa, il Movimento per l'autonomia, imbarcato dal Cavaliere durante la campagna elettorale.

Ma Lombardo non è solo nella rivolta. Insorge anche Agazio Loiero, presidente della Calabria, che ieri durante il primo incontro tra Stato e Enti locali, s'è rivolto direttamente al premier definendo "ingiusto" il sacrificio chiesto a siciliani e calabresi. Tra l'altro, ha aggiunto, si tratta di risorse che "provengono in gran parte dagli impegni assunti nella precedente legislatura a favore dello sviluppo infrastrutturale". Loiero ha chiesto che venga istituito un tavolo per discutere dell'abolizione dell'Ici. Tremonti ha promesso che si rimedierà sbloccando i fondi europei non utilizzati. Soluzione bocciata dal presidente della Calabria, perché quei fondi semmai sono "aggiuntivi" e comunque già finiti.

C'è anche una questione sociale, ha ricordato Loiero, perché parte di quei soldi erano destinati "a stabilizzare lavoratori socialmente utili". Il tavolo per discuterne comunque ci sarà, ha annunciato Leonardo Domenici, presidente dell'Anci, preoccupato per le risorse sottratte ai Comuni. Ma sia il premier che il ministro dell'Economia Tremonti non hanno lasciato ampi margini di manovra. Siamo in periodi di vacche magre, avrebbero detto, ed è necessario che tutti stringano la cinghia. Tant'è che il primo decreto da varare a fine giugno conterrà un piano di tagli triennali per circa 32 miliardi. (...)
TAG:  PD  VELTRONI  GIOVANI  SICILIA  ICI  CALABRIA  LOIERO  LOMBARDO  CARTELLO ELETTORALE  PICIERMO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di pino romano inviato il 10 giugno 2008
Io non sarei così prevenuto contro Lombardo.
Ricordiamoci che i partiti autonomistici non sono né di destra né di sinistra.
In passato è stata la sinistra ex DS a rifiutare il dialogo con Lombardo quando ce ne erano le condizioni. Lo avremmo staccato dalla destra?. Forse ...
Oggi, dalle prime mosse del suo governo, sembrerebbe che Lombardo si ponga in discontinuità con il passato.
Facciamo sì l'opposizione, ma seria e costruttiva. Non pregiudiziale, inconcludente e incomprensibile agli elettori.
commento di Roljr inviato il 10 giugno 2008
Mah!
Specialmente oggi!Son passati diversi giorni che ha cinto l'aureola in Vaticano!Peppino ha anche gradito il regalino! Pensate davvero che Silvio non riesca a ricomporre le faccende, come vuole lui?
Non solo "u santu" rimarrà gabbato!
Un saluto Antonio Rossi
commento di Gio1 inviato il 7 giugno 2008
Non illudetevi vi ricordo che in sicilia il 15 e 16 giugno si vota.
Lombardo sta conducendo una campagna elettorale alla solita maniera, quindi ai soliti siciliani deve dare qualcosa in pasto assieme ad altro foraggio.
"Passata la festa gabato lu santu".
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork