.
contributo inviato da saxer il 31 maggio 2008


Mappa della pena di morte nel mondo

Abolita per tutti i crimini

Adottata in circostanze eccezionali, come ad esempio per crimini commessi in tempo di guerra
Non utilizzata
Utilizzata come forma di punizione legalizzata



E' da qualche tempo che c'è troppo silenzio intorno alla pena di morte. Precisamente da quando è stata approvata la moratoria internazionale all'ONU, voluta da diversi paesi con l'Italia in prima linea. Eppure molte nazioni continuano ad applicarla. La pena capitale non fa più notizia a meno che non esca fuori un altro Saddam ad esserne condannato! L'informazione latita ma negli USA, in Cina, in Iran e in molti altri paesi arabi o africani, molte persone ancora ne vengono condannate e ignobilmente giustiziate!
Già nella seconda metà del '700 un illustre filosofo si scagliò contro la pena di morte tramite un suo scritto “Dei delitti e delle pene” in cui cerca di spiegare l'assurdità di questa condanna. Lo scrittore portava un nome celebre, Cesare Beccaria.
Ecco alcuni passi significativi del capitolo dedicato alla pena di morte, dove lo scrittore cerca di dimostrare che come “esempio” sia più duro una condanna severa al carcere piuttosto che una condanna a morte.

...Questa inutile prodigalità di supplicii...Qual può essere il diritto che si attribuiscono gli uomini di trucidare i loro simili?...moltissimi risguardano la morte con viso tranquillo e fermo, chi per fanatismo, chi per vanità...ma né il fanatismo né la vanità stanno fra i ceppi o le catene, sotto il bastone, sotto il giogo, in una gabbia di ferro, e il disperato non finisce i suoi mali, ma gli comincia...Colla pena di morte ogni esempio che si dà alla nazione suppone un delitto... Non è utile la pena di morte per l'esempio di atrocità che dà agli uomini...Parmi un assurdo che le leggi, che sono l'espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l'omicidio, ne commettono uno esse medesime, e, per allontanare i cittadini dall'assassinio, ordinino un pubblico assassinio...”.

Sono questi alcuni passi che io ritengo molto significativi del pensiero di Beccaria.
Spero che facciano riflettere soprattutto coloro che vedono in questa pena un deterrente efficace contro i criminali.
Inutile dire che anch'io la penso alla stessa maniera!


TAG:  PENA DI MORTE  CESARE BECCARIA  DEI DELITTI E DELLE PENE 
Leggi questo post nel blog dell'autore saxer
http://saxer.ilcannocchiale.it/post/1925050.html


diffondi 

commenti a questo articolo 5
informazioni sull'autore
saxer
S. Severino Marche
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork