.
contributo inviato da Patadolla il 19 maggio 2008

Sto per dire una cattiveria. Lo preannuncio in modo da non essere presa per pazza. Ma è mai possibile che mi debba trovare ad essere d’accordo con il neo ministro dell’Interno Maroni quando interpellato in merito all’assalto ai campi nomadi dichiara “la rabbia non prevalga sulle regole”

Mi sembra si sia capovolto il mondo. Che il tema “sicurezza” sia un problema molto sentito dall’elettorato appartenente ad ambedue gli schieramenti è un dato incontrovertibile come ha dimostrato anche il confronto fra PD e PDL nel corso della campagna elettorale appena conclusasi. Ma che il PD scavalchi a “destra” la Lega mi sembra francamente eccessivo.

La percezione di un’illegalità diffusa dovuta alla presenza di immigrati clandestini e all’aumento (? smentito però dalle statistiche) dei reati contro la persona e contro il patrimonio è ormai al centro del dibattito politico. La spedizione punitiva contro il campo nomadi di Ponticelli mi preoccupa molto. Il bello è che i cosiddetti “rom” o comunemente “zingari” nell’accezione popolare non mi stanno particolarmente simpatici anzi tutt’altro avendo io stessa subito un tentativo di furto ad opera di una banda di zingarelli.

Eppure forse sarò troppo “old style” ma le ronde - sia che siano spontanee che organizzate con l’avallo delle istituzioni - mi incutono timore. Rischia di diventare troppo labile il confine tra “sicurezza” e “prepotenza”.

Che fare allora? Sicuramente chiedere e pretendere la più ferrea applicazione delle leggi vigenti. Farsi carico il più possibile della “certezza della pena” utilizzata come deterrente ad atteggiamenti criminosi ma evitare di legittimare un possibile far west che cavalchi la paura della gente.

Inoltre mi aspetto che il PD tuteli quegli immigrati che nel nostro Paese cercano di lavorare onestamente e che nella montante ondata “isolazionista” (“xenofoba” mi sembra troppo perché allora sì che mi preoccuperei!) rischiano di essere accomunati a chi delinque. Ricordando che anche noi siamo stati un popolo di emigranti e forse un giro ad Ellis Island nella “grande mela”, frontiera della speranza per tanti italiani, ci porterebbe a guardare al fenomeno con maggiore obiettività.

TAG:  PD  SICUREZZA  ROM  ZINGARI 

diffondi 

commenti a questo articolo 3
commento di no man's land inviato il 19 maggio 2008
Qui non si tratta di difendere le etnie. Spero che l'Italia sia andata oltre. E ci è andata a parte nugoli di razzisti. Sarebbe invece ora che cominciassimo a fare una differenza tra "buoni" e "cattivi" senza perderci in populistiche campagne di difesa ovunque e comunque
Persino i Rumeni sono arrabbiati perchè una piccola parte di loro è formata da delinquenti! E noi invece a salvare tutti???? Chi è un delinquente va in galera e ci resta per tutto il tempo necessario ad espiare la pena! Non importa etnia, colore della pelle o altro! Se questa mia affermazione non è di "sinistra" allora siamo messi male!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
6 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork