.
contributo inviato da Gianluca Santilli il 15 maggio 2008

Brescia, 15 maggio 2008

Sono stati tutti rinviati a giudizio i sei imputati accusati di concorso nella strage di piazza della Loggia del 28 maggio 1974. Si tratta di: Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte, Carlo Maria Maggi, Pino Rauti, Francesco Delfino, Giovanni Maifredi.
Il processo inizierà il prossimo 25 davanti alla Corte d'Assise di Brescia. 
La Strage di Piazza della Loggia avvenne il 28 maggio 1974 a Brescia, in pieno centro.  L'esplosione di una bomba nascosta in un cestino dei rifiuti durante una manifestazione contro il terrorismo indetta dai sindacati e dal Comitato antifascista provocò la morte di otto persone e il ferimento di altre novantaquattro. 
Un primo processo portò alla condanna nel 1979 di alcuni esponenti dell'estrema destra bresciana. In secondo grado, nel 1982, la sentenza fu annullata e nel 1985 la Corte di Cassazione assolse definitivamente gli imputati.
Una seconda inchiesta portò a nuove accuse, e nuovo processo contro altri rappresentanti della destra, poi assolti nel 1989 per insufficienza di prove.
Un terzo filone dell'inchiesta partì nel 1994, condotto dai Carabinieri del R.O.S. sotto la guida del Sostituto Procuratore Piantoni. Gli uomini del ROS vi hanno lavorato per oltre 10 anni. Fra gli indagati, alcuni dei quali sono i medesimi della strage di Piazza Fontana (Milano 12.12.1969), figura l'ex generale dei Carabinieri Francesco Delfino.

La notizia mi allieta particolarmente per i familiari delle vittime che intravedono una parvenza di giustizia, per Manlio Milani che vi ha dedicato la sua vita, per gli uomini del ROS, che tanto tempo hanno sottratto alle loro famiglie per seguire questa interminabile indagine, per amore di una ricostruzione della storia di quegli anni e perchè gli autori di quella efferata strage, rimasti impuniti per tanti anni, proveranno almeno la vergogna del colpevole smascherato.  

TAG:  STRAGE DI BRESCIA  PIAZZA DELLA LOGGIA  DELFINO  MILANI  MAGGI  TRITONE  TRAMONTE  HAGEN ROI  MAIFREDI  RAUTI  ROS  SANTILLI  PIANTONI 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
commento di COMPAGNO RENATO inviato il 16 maggio 2008
chi lo conosce lo evita
commento di Fralang2002 inviato il 15 maggio 2008
Proporrei anche di indagare se per caso Veltroni non abbia lontane discendenze da Attila o Gengis Kahn.

Francesco
commento di COMPAGNO RENATO inviato il 15 maggio 2008
Ma RAUTI non è il suocero di ALEMANNO??
"FIOR DELIMONEEEEE..COME SE SEMO ACCOMPAGNATI BENEEE....TU CO LA ROGNA E IO COR MAR DE CORE......
CHI E' ROMANO LA SA'
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
21 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork