.
contributo inviato da redazionepd il 13 maggio 2008
PD Network mette a disposizione di tutti gli iscritti la possibilità di attivare in tre semplicissimi passi un blog sostenitore
 
Ecco come fare:
 
Effettua il login e clicca sulla voce di menù BLOG presente nella testatina grigia del Cannocchiale
1) Clicca quindi sulla voce "nuovo", scegli il nome del tuo blog e premi il pulsante "successivo"
2) Scegli come base il template sostenitore brandizzato PD Network e clicca sul pulsande "successivo"
3) Conferma le tue scelte premendo il pulsante "termina": il tuo blog è attivo!
 
Unisciti al social network del Partito Democratico compilando con i tuoi dati la pagina di iscrizione (http://www.partitodemocratico.gruppi.ilcannocchiale.it/?t=subscribe) e poi segui i passaggi 1-2-3 indicati qui sopra.
 
Buon blogging a tutti!
TAG:  PD NETWORK  BLOG SOSTENITORE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di smedma inviato il 20 febbraio 2009
Secondo me
è arrivato il momento di ponderare, finalmente, la teoria de "il CAPITALE". Anche su tale teoria in forma molto addolcita si è espresso il Papa, tempo addietro dicendo " che non può esistere il capitale se non c'è la ridistribuzione degli utili!" No vi sembra che sia venuto il momento di lasciare il "fondamentalismo comunista" per passare ad una logica moderna di economia?
Leconomia fortemente capitalista e speculativa (e non globale) è andata in fumo. È servita solamente a pochi, mandando in malora tutta l'economia mondiale. Come si dice si è tirata troppo la corda. Una teoria politica seria e moderna, per una equità di tutta le comunità, deve tenere conto di tre cose importantissime ed insostituibili e cioe: Gli investitori o capitalisti, gli operai o produttori ed i consumatori. Se viene a mancare uno di questi fondamenti l'economia crolla, come di già avvenuto. C'è stato l'accumulo spudorato di ricchezza per alcuni e l'impoverimento di tutta la stragrande maggioranza, facendo così crollare i consumi. Di conseguenza crollando i consumi non c'è produzione pertanto operai che producono e nello stesso tempo consumatori mettendo a forte rischio i capitalisti.
Per i nuovi politici ed anche per Bertinotti
Meditate gente ... Meditate
commento di smedma inviato il 17 febbraio 2009
Mi sembra che sia venuto il tempo per prendere il toro per le corna, e cominciare a fere delle scelte anche impopolari ma che a lungo termine porteranno benefici. Secondo un mio parere i politici odierni si sono, totalmente dimenticati il libricino della Costituzione Italiana, a cominciare dall'articolo 1! Per non parlare poi del terzo, il quale, nell'ultimo ventennio, è stato calpestato e beffato sistemanticamente dalla destra dal centro e anche dalla sinistra.
Ricominciamo a ricostruire la nazione dalla moralità. come possiamo scandalizzarci quando un criminale rimane impunito, quando i nostri politici amministratori la fanno sempre spudoratamente e vergognosamente franca.
Il popolo è stanco di essere preso in giro e stà prendendo una brutta piega. Quasi quasi preferirebbe una bella dittatura, affinché si metta fine a questa spudorata corruzione.
Ultimamente mi stò accorgendo che piu diventa critica la situazione piu ci si avvicina al baratro.
Ma la giustizia dove è allocata? a Destra o a Sinistra oppure al Centro. Quale di questi schieramenti non ha, nelle sue fila, inscritti nel registro degli indagati?
Perché non cominciare a pulire?
Perché non cominciare a non raccomandare più? e, finalmente far fare carriera a chi realmente se la merita?
Perché non cercare di pulire le pubbliche amministrazioni dalle lottizzazioni?
IL POPOLO È SOVRANO!
Cominciamo a ricostruire i politici eticamente corretti, dove l'obiettivo primario sia quello di migliorare la vita sociale e non il rafforzamento di un potere fortemente personale!
Rimbocchiamoci le maniche e cominciamo una nuova costruzione, a partire dal prezzo di un litro di latte o di un chilo di pane! cercando di capire veramente come si fa a sbarcare il lunario facendo salti mortali.

Buona riflessione!!!
commento di galetti silvia inviato il 4 febbraio 2009
COMMENTO DI SILVIAG: VORREI SOTTOPORVI ALLA VS. ATTENZIONE LA LEGGE CHE HANNO PERMESSO ALLE BANCHE CHE DOPO UN DEBITO DI €.5000 ANZICHE'€.8000 P0SSONO MANDARE ALL'ASTA LE CASE SE NON PAGANO LE RATE,CIOE'ANZICHE'ALZARE QUESTO LIMITE PER AIUTARE CHI E' IN DIFFICOLTA'COME SONO DISPOSTI A FARE CON LE BANCHE? INOLTRE VORREI CHIEDERE SE QUALCUNO DI VOI HANNO PENSATO A FARE QUACOSA
PER I PICCOLI ARTIGIANI E PICCOLI COMMERCIANTI IN UNA SITUAZIONE PARTICOLARE COME QUESTA CHE FALLISCONO METTENDO TUTTO A REPENTAGLIO,MAGARI DOPO UNA VITA DI DURO LAVORO.VORREI SOLO CHE QUESTE PERSONE POTESSERO ESSERE IN CONDIZIONI DI POTER FARE QUALCOSA SIA PER LORO STESSI E PER IL LORO PAESE,VI PREGO DI CREDERE CHE QUESTI FATTI SONO MOLTO SENTITI NEL MONDO DEI PICCOLI IMPRENDITORI,
SICURAMENTE NON E' UN ARGOMENTO CHE STA NELLE PRIORITA'DI QUESTO GOVERNO NE TANTO MENO A CUORE AL PRESIDENTE BERLUSCONI.SPERO PROPRIO CHE FARETE QUALCOSA IN TAL SENSO.
commento di gabriele antinori inviato il 31 dicembre 2008
D'Alema dicci qualcosa su Unipol. Fassino fa i congressi e scappa con le guardie del corpo, non risponde alle domande. La Torre passa i pizzini. Violante (si veda il film W Zapatero) diceva che Berlusconi doveva lamentarsi poco perchè con loro al governo Mediaset aveva aumentato il fatturato di dieci volte. Con gli studenti in piazza c'era Di Pietro, all'alitalia Di Pietro è stato accolto con un'ovazione. Io voterò Di Pietro ed in casa mia di 6 persone 5 votano Di Pietro, l'unica che non lo vota è mia nonna solo perchè c'ha le gambe che non la reggono più.
Andatevene in galera!!!
commento di gabriele antinori inviato il 31 dicembre 2008
Noto che questo PD in rete predica bene, nei fatti molto male.
Fa scudo alla camera per non fare arrestare un suo deputato, solo 21 i voti favorevoli, quelli di IDV. Il PD ha iniziato ad attaccare i giudici vedi caso D'Alfonso, giustamente arrestato e scarcerato solo perchè a seguito delle dimissioni da sindaco non c'era più rischio di reiterazione. Questo PD non è stato favorevole a raccogliere le firme contro il lodo alfano. Sulle intercettazioni risponderà Yes We Can, censura le bandiere diverse da quelle del PD al circo massimo (vedi video "pagliacciata al circo massimo" su you tube), ma la gente non è scema e se pensano che il futuro si chiami D'Alema non hanno capito niente. Il futuro si chiama Parisi, l'unico coerente più vicino alla linea di Di Pietro, che è quella della gente, di Grillo e di Travaglio. Il PD ormai può dire ciò che vuole è una carcassa, non vi crediamo più.
commento di mavar24108 inviato il 6 dicembre 2008
E' opportuno prima di giudicare gli altri farsi una disamina di quello che siamo come PD.
La farsa di Napoli e del suo governatore Bassolino è oramai una vergogna, cosa vuole salvare di Napoli se non il proprio interesse personale, ci si vergogna dati i risultati di dire di essere del PD.
Napoli rispecchia la realtà nazionale tutti contro tutti, il volere delle primarie viene messo in discussione ogni giorno. Ai parlamentari e agli amministratori del PD dico che quando sarete come Rifondazione Comunista andrete a trovare gli Angius i Salvi i Musi per fare il Vostro Partito dello 0,50 per cento. Ora come si è fatto con Villari espulsione di Bassolino dal PD e al Consiglio Regionale dimissioni di tutto il PD. Mauro Berselli
commento di aleda83 inviato il 26 novembre 2008
http://legalizzazionedelledrogheleggere.ilcannocchiale.it/
commento di snuglight inviato il 26 novembre 2008
Dunque tempo fa scrissi una e mail al partito democratico chiedendo informazioni riguardo ai candidati ovvero chi erano e come si erano meritati i gradi sul campo.....perché su internet si trovano tutte le informazioni di qualsiasi tipo tranne i curriculum dei politici italiani ?.....come volevasi dimostrare nessuno mi rispose né credo mi risponderà mai.....ora un partito che dovrebbe rappresentare una forza nuova e dirompente dovrebbe essere secondo me un cacciatore di teste ovvero andare a scovare tutti quegli italiani che in quanto dotati di fantasia e di coraggio sono stati messi ai margini.....invece il caso villari dimostra secondo me il contrario....ovvero il partito é nato già vecchio e di nuovo ha poco più del nome...avete preso i vecchi e qualcuno nuovo di facciata e avete riproposto la solita accozzaglia di persone prive di coraggio e di fantasia che fanno un pò di ammuina fingendo che le cose sono troppo complicate per essere cambiate e riscaldano il cadreghino...il tutto perché non hanno il coraggio di dire e la fantasia di proporre soluzioni vere....io sono sempre stato di sinistra vado ai convegni di Grillo ma sempre più la penso come Saviano ovvero che l'unica è andarsene da questa Italia consegnata nelle mani di Berlusconi da una sinistra sempre più distanta dalla propria base che da anni tradisce costantemente il popolo operaio e non e che ormai non ha nemmeno il coraggio di contemplare la propria immagine alo specchio e di chiedersi cosa é.....se persino una persona fulgida come Soru si dimette....qualcosa che non va ci dev'essere....a tutti quelli che fanno gli snob con Di Pietro e con Grillo dico...vergognatevi sono più che sicuro che un atto di coraggio in tutta la vostra vita non l'avete fatto mai....siete inguardabili di voi si può solo dire come Virgilio...non ragioniam di loro ma guarda e passa....e quello che però fa rabbia é che siete lì a mangiare e a riscaldare il cadreghino mentre invece ci sono pochi ma ci sono sindacalisti( e altre
commento di Domenico55 inviato il 24 novembre 2008
Ciao a tutti,
Ci risiamo gente, Ma e mai possible che non riusciamo a staccarci da un vecchio sistema di fare politica (esempio il caso Villari Oggi e il caso Mastella e compari ieri)Non Siamo riusciti a far capire alla gente le cose positive che aveva fatto Prodi ..Solo oggi si capiscono perche questo coverno le stà togliendo.E non riusciamo neppure oggi a farci capire, presi dalle nostre beghe interne..
Ma puo esistere un po di Populismo di sinistra?
Esempio:Perchè non prendiamo l'inziativa e ci battiamo per la riduzione dei compensi ai parlamentari,e lavorare per diminuire i numero dei parlamentari.
Non è qualunquismo il mio Ma sarebbe il modo per far capire che non siamo come gli altri. Un saluto
commento di giuian inviato il 17 novembre 2008
Amici carissimi il momento storico-politico è gravissimo considerato chi sono i prescelti dagli elettori a governare!!!...ma caro Walter Veltroni i soggetti come Riccardo Villari vanno espulsi subito! Anzi, bisogna stare attenti a chi si dà la tessera e soprattutto chi si candida; facciamola finita una volta per tutte di scegliere i potenti e raccomandati: diamo l'esempio noi del PD!!! SUBITO! Dobbiamo utilizzare sempre primarie vere per scegliere i nostri rappresentanti. Adesso, lo ripeto, cacciamo subito "DON ABBONDIO RICCARDO VILLARI"
giuian
commento di mikiplas inviato il 13 novembre 2008
Buongiorno a tutti. Vorrei innanzitutto complimentarmi con lo staff PD per l'amore e la passione con cui gestiscono questo sito. Purtroppo però sono ancora poche le persone ( e soprattutto i giovani) che partecipano attivamente o che esprimono le loro idee attraverso il blog.
Detto ciò vorrei lanciare una provocazione.
Cosa si intende per VOLONTARI SUL TERRITORIO??
Giovani che magari prendono freddo nelle piazze della loro città per raccattare qualche firma? (che viste le ultime elezioni, a quanto pare, non servono proprio a nulla!)
Oppure giovani che scendono in piazza per qualche manifestazione od occupazione rischiando magari di essere pestati da qualche nazifascita o addirittura DENUNCIATI!
Dal mio punto di vista Politica significa popolo e NON VOTI!!!!
Per popolo significa Aiuto e NON NEPOTISMI!
Ecco cosa dovrebbe essere volontariato! AIUTARE IL POPOLO!
Non ci dobbiamo dimenticare che la destra sportivamente parlando ci ha eliminato e addirittura rotto lo spogliatoio!
E non è solo colpa dell'allenatore!!!!!!!.....ma anche dei giocatori!
Ritornando al discorso dei volontari perciò noi giovani dovremmo proporre iniziative a favore degli anziani, organizzare degli eventi a favore dei disabili, organizzare dei doposcuola gratuiti a favore di bambini le cui famiglie non possono permettersi di PAGARE il prof. privato, organizzare dei minifestival a favore di gruppi di giovani musicisti, aiutare la povera gente nelle faccende burocratiche e fiscale etc...( e tante e tante altre cose!!)
Il nostro obiettivo dunque DEVE essere quello di convincere la gente che la sinistra è cambiata, la sinistra è il popolo!!!!
commento di mikiplas inviato il 9 novembre 2008
Salve a tutti. Oggi in Italia si sta assistendo ad un deja vu storico!!!
Era il 1922 quando il fascismo conquistò il potere.
Dopo il delitto Matteotti, tra il '25 e il '26 Benito Mussolini sciolse i partiti e i sindacati e soppresse le libertà democratiche. LA SOCIETA', L'INFORMAZIONE, LA SCUOLA vennero fascistizzate; gli oppositori furono picchiati, incarcerati, inviati al confino o costretti all'esilio; nel '38 furono anche promulgate le leggi razziali, che privarono gli ebrei dei diritti civili.
Studiare la storia significa anche il non ripetere gli errori del passato!!! o mi sbaglio???
Bisogna però ricordare che l'opposizione dovrebbe anche fare l'opposizione.
Intendo dire non scioperi,girotondi, occupazioni che a quanto pare non servono a nulla (vedi decreto Gelmini) e danneggiano soprattutto la gente che vorrebbe lavorare o studiare.
La voce del popolo deve essere rappresentata da VERI RAPPRESENTANTI parlamentari che non abbiano paura di esporsi (vedi Di Pietro) e lottare, dire la "verità", non occuparsi solamente dei "favori interni personali" o preoccuparsi di quanti voti si tenteranno di prendere alle prossime elezioni.
E poi soprattutto unirsi!
La sinistra deve essere la sinistra!!! ( vedi la destra!)
La lotta deve essere comune perchè solamente uniti si potrà far tacere qualche nuovo dittatore!!!!

commento di badu inviato il 2 novembre 2008
ogni anno 1330000 immigrati rinnovano il permesso di soggiorno,allora se la lega oggi vuole farsi pagare 200 euro dicendo che vuole auitare i paesi poveri,io ho dei forti dubbi.L'italia e il paese che da meno soldi per i paese sotto sviluppati.Senza gli immigrati L'italia va in tilt,6,7 del pil e prodotto dei immigrati..
commento di fidarte68 inviato il 1 novembre 2008
La crisi mondiale è principalmente dovuta alla globalizzazione e al potere delle banche , troppe differenze economiche tra i paesi ricchi e quelli poveri, Le banche hanno infatti ridotto le famigle sul lastrico, siai nei confronti di chi aveva bisogno di soldi sia nei confronti di chi voleva investire dei soldi. Infatti i primi sono stati riempiti di prodotti insignificanti, vedi polizze sulla vita e schifezze varie vendute quasi con la forza, forti del bisogno dei poveri clienti che cercavano soldi, oltre che chiaramente a tassi decisamente alti, infatti non si capisce perchè le banche continuano a far pagare i mutui tenendo come indice di riferimento l'euribor e non il tasso ufficiale di sconto. I mutui a tasso variabile sono legati all'euribor a 3 mesi mentre i mutui a tasso fisso sono legati all'irs, ad entrambi gli indici bisogna aggiungere uno spread fisso stabilito dalle singole banche, bene la vergogna sta nel fatto che anche se la banca centrale europea abbassa i tassi le banche corrono ai ripari alzando gli spread, una PORCATA. Adesso si parla di aiuti di stato alle banche, ALTRA PORCATA, che oltre a far pagare, chiaramente le banche, l'aria che si respira, faranno inevitabilmente pagare più tasse ai poveri cittadini, cornuti e bastonati. E alle famiglie chi pensa? Lo sapete che se tutti i clienti si presentassero presso una banca per chiudere i propri conti correnti la banca non avrebbe i soldi per liquidare tutti? L'economia è fatta di numeri ed è tutto un bluff, i nostri saldi sono numeri, i bilanci sono numeri. Volevo un secondo parlare dei clienti che portano soldi in banca, che poi diventano numeri, se non lo sono già in caso di assegni, bene questi clienti vengono ingannati con prodotti complicatissimi venduti come prodotti e scusate la ripetizione sicuri. In realtà si tratta di prodotti assicurativi emessi spesso da società private alla cui stabilità finanziaria è lagata la garanzia del rimborso alla scadenza, ma la cosa grave è che il cliente non
commento di prolife inviato il 29 ottobre 2008
sono una mamma FACINOROSA porto i miei 4 figli a manifestare contro la riforma gelmini e oggi a 39 mi vergogno di essere ITALIANA .ma che ci succede la storia non ci ha insegnato niente.
IL DITTATORE VUOLE UN POPOLO IGNORANTE per MANIPOLARLO
io dico basta: mi vergogno di questo paese.
commento di cucio75 inviato il 29 ottobre 2008
Vorrei impostare un discorso.
Magari sbaglio profondamente, ma mi piacerebbe che in anni iniziasse una profonda riflessione su che cos'è l'Italia.

A oggi la nostra Nazione poggia il suo essere unione di persone vivendo ancora sulle ideologie e sulle divisioni del 45; ma siamo veramente sicuri che quelle divisioni siano ancora valide o non siano piuttosto una distorsione ottica (magari voluta e funzionale per qualche classe sociale)? in parole chiare: la destra e la sinistra, pd e an, hanno ancora motivo di essere contrapposti oppure è possibile che oggi questi due partiti rappresentino la stessa classe sociale, composta per lo più di media borghesia, piccoli imprenditori, lavoratori dipendenti? perchè queste persone, che hanno così tanto in comune da trovarsi fianco a fianco nelle stesse battaglie per lo stipendio, per la scuola, per la sanità, per il lavoro, devono poi trovarsi contro (come succede in queste ore a Roma, dove giovani che partecipano alle stesse manifestazioni per gli stessi principi poi si scontrano per motivi puramente ideologici)?
Mi sembra appunto che questa divisione e spaccatura della classe media sia funzionale solo alla classe ricca del paese rappresentata da Berlusconi.
Demistifichiamo Berlusconi, scoprendolo per ciò che realmente è.
Un errore, una distorsione ottica.
commento di StratoLuckyMen90 inviato il 28 ottobre 2008
Berlusconi= REGIME!
Non vuole l'opposizione, non vuole scioperi ecc...
e questa sarebbe democrazia???

E' ora che ti fai da parte Berlusconi.. noi non vogliamo un altro Mussolini, ma vogliamo un Italia governata da gente nuova, che ha voglia di lottare per il bene del paese... e un leader che non si può non amare per la sua cultura, la sua personalità e per il suo infinito carisma.. e questa persona si chiama WALTER VELTRONI!
Prima o poi giustizia sarà fatta, perchè un paese come il nostro necessita di un presidente come Walter, perchè ha bisogno di rinnovarsi, di curare la malattia che gli è stata afflitta negli ultimi anni soprattutto da Berlusconi..
Spero che gli Italiani capiranno questo.. e la prima cosa che devi fare Walter, una volta al potere.. è TOGLIERE LE TELEVISIONI A BERLUSCONI E INSERIRE YOUDEM COME TV NELLA RETE NAZIONALE NON A PAGAMENTO, in modo che gli italiani siano ben informati sulle realtà che accadono nel paese e nel mondo...
sò che non sarà facile, ma dobbiamo riuscirci
W IL PD
commento di Desert66 inviato il 22 ottobre 2008
Come curare l'Italia, con la canzone Napoletana.

Ieri abbiamo assistito all'ennesima dimostrazione di come il Presidente del Consiglio, che dovrebbe essere la massima forma di espressione dei suoi elettori, sia riuscito a far diventare una farsa, un così importante convegno, come quello che si teneva a Napoli.
La drammatica situazione in cui stiamo piano piano entrando, confermata da Draghi nelle ultime ore, ha avuto come contro-altare, il solito umorismo da cabaret dell'On. Berlusconi. Giustamente la linea politica del partito è quella di non scendere in polemiche di bassa lena. Ma iniziare una riunione così importante specificando che, il giorno della sua dipartita la cosa più importante che lascerà ai posteri sono le sue canzoni napoletane è veramente umiliante. O forse realistico.
Di fatti in questi giorni se ne sono visti pochi. La linea politica del governo è basata sulla tutela delle banche, che potrebbe essere corretto in momenti specifici, ma quale tutela si può applicare se non vi sono più concessioni di crediti per le piccole e medie aziende.
Non si è ancora sentito discutere, se non velatamente e facendo attenzione a non alzare la voce, di recessione; parola ai più sconosciuta, ma che è più facile spiegare alle casalinghe che non ai Ministri.
Forse perché le casalinghe ogni giorno ne vivono un momento importante, la rinuncia all'acquisto. Non essendoci disponibilità economiche, la gente non compra, il commerciante non vende e quindi non ordina al produttore..e la catena si ferma.
Certo cala l'inflazione, ma non per un benessere sociale, ma per una mancanza di denaro nella spesa.
La recessione colpisce tutti i ceti medio -bassi.
Le fabbriche o gli esercizi non producono, quindi si passa alla mobilità o licenziamento e la catena è definitivamente rotta.
Semplice la recessione.
Quindi ringraziamo il vs. Presidente del Consiglio On. Silvio Berlusconi, che, dopo aver posto la sua azienda a capo di Mediobanca, aver sana
commento di Ermanno Bartoli inviato il 16 ottobre 2008
RALPH WALDO EMERSON IN ITALIA

Ralph Waldo Emerson, filosofo americano fra i più grandi nella storia della filosofia (per me, lo dico senza pudore, il più grande) finalmente torna pubblicato dopo decenni di odioso oblio.
Ralph Waldo Emerson; il padre del trascendentalismo americano (che Veltroni credo conosca benissimo); l’ispiratore dei Kennedy, di Gandhi, di Martin Luther King e innumerevoli altri torna negli scaffali dopo una censura tremenda.
Si tratta del padre della “Fiducia in se stessi” (cosa che in Italia, paese in cui si propagandano sfiducia e disamore, risulta odiosa); infatti, meglio soprassedere e spargere malessere. Un popolo d’infelici lo domini indubbiamente meglio.
Il ritorno di Emerson è dovuto all’impegno del Professor Beniamino Soressi che ringrazio e che ha curato e tradotto due volumi di saggi:

Ralph Waldo Emerson “Realizzare la vita” editore Il prato
Ralph Waldo Emerson “Condotta di vita” editore Rubettino

Chi fosse interessato può accedere, dalla web page del mio sito, al sito di entrambi gli editori. Grazie per l’attenzione e buona lettura.

“Niente è infine sacro al di fuori dell’integrità della mente”
(Ralph Waldo Emerson)

Ermanno Bartoli: www.webalice.it/barlow

commento di bistacchi inviato il 14 ottobre 2008
Molte chiachiere da parte di tutti opposizione compresa ma intanto molti muoiono per le nostre strade a causa del mancato rispetto delle più elementari regole (ma ci rendiamo conto che fan più morti e feriti le nostre strade che una guerra in qualche parte sperduta nel mondo) allora io propongo: perchè non mandiamo i militari a controllare la sicurezza e il rispetto delle fondamentali regole di circolazione sulle nostre strade così risparmiamo il denaro dei contribuenti e molte vite umane verrebbero cosi salvate (ANCHE TRA I NOSTRI SOLDATI)(forse questo è troppo semplice???) visto gli esempi di impunità generale che ci danno i nostri governanti, il 90% di chi circola per le strade si sente in diritto di non rispettare norme e regole. PD SALTO DI QUALITA'SFIDIAMO SU QUESTO TEMA DELLA SICUREZZA STRADALE LEGA E FASCISTI
commento di oros inviato il 11 ottobre 2008
berlusconi vai fuori dall'italia
commento di campoverde inviato il 4 ottobre 2008
E' inutile che i signori del PD insistano ad inveire contro il governo ed in particolare contro il Presidente del Consiglio, Cav. Silvio Berlusconi.
Giusto o sbagliato, questo si vedrà in seguito, almeno stanno facendo qualcosa,
non come l'ultimo schifo di governo Prodi, immobile, insignificante, deleterio
per il paese intero.
Ora si è all'opposizione...la si faccia seriamente, non come vediamo ogni giorno.
Alla manifestazione parteciperò non per contestare il governo, ma per avvicinarmi a Veltroni e gridargli: BUFFONE!!!
E quell'altro analfabeta...è la parte più schifosa dell'italia. Se ne torni a Montenero di Bisaccia, forse qualche ricotta gli riesce di farla.
commento di mrz inviato il 16 settembre 2008
sulle strade si continua a morire, i clandestini contibuano ad arrivare, allo stadio non si può andare, ho sentito che fra un po' non si può nemmeno fumare in macchina, però....chi fa gli straordinari al lavoro non si vedra' tassate le ore in più...le aziende chiudono, le richieste di cassa integrazione aumentano....come si fa a fare straordinari senza lavoro. QUESTI PRENDONO PER IL CULO LA GENTE COME NESSUNO PRIMA. PER FAVORE RIBALTIAMO QUESTA SITUAZIONE E MANDIAMO A CASA LA LEGA NORD CHE CON L'ITALIA NON HA NIENTE A CHE VEDERE. SE' PROPRIO VOGLIONO LA RECESSIONE CHE RECESSIONE SIA

commento di LIBERALVOX inviato il 22 agosto 2008
Ritorna la “propaganda di regime” per coprire le difficoltà economiche delle famiglie.


l’Italia muore di fame con stipendi fermi da 15 anni, ed il governo manda in onda il "Presidente-Spazzino", l'inutile "gioco dei soldatini", neanche fossimo ai tempi della campagna d'Etiopia, il Super-sindaco sempre più sceriffo e meno cittadino, la “finta” lotta al fannullone!


Il Pil è allo zero, l’inflazione stabilisce sempre nuovi record, ma le nostre imprese scoppiano di salute, mostrando profitti che non si registravano da decenni.


L'impresa cresce, l'Italia retrocede.
Alcune categorie si stanno arricchendo, altre - quelle delle buste paga - sono a rischio povertà.


Mentre c'è chi accumula profitti a non finire, mangiare in "trattoria" costa il 141% in più rispetto al 2001, i prodotti di prima necessità, la spesa giornaliera, pasta, pane, frutta, verdura, latte, carne, ecc, ecc, registrano un'inflazione salita al 6,1%, ma i buoni mensa sono fermi da anni!


L'industria ingrassa, ma su precari e contratti è riottosa. La ricchezza c'è, ma solo per “certe” famiglie, per altre è una vita di continue… privazioni! I giovani sono sottopagati, chi lavora da 30anni prende stipendi da "dopo-guerra" e gli anziani non ce la fanno più ad aiutare i figli, o lo fanno con fatica.



È troppo chiedere a questo esecutivo di fugare il sospetto che quando governa la destra i ricchi diventano sempre più ricchi e le famiglie si impoveriscono?
È troppo chiedere a questo sindacato di sottoscrivere contratti dignitosi "anche" per i lavoratori?
È troppo chiedere a giornali e televisioni di fare "vero" giornalismo e non un asettico copia/incola di agenzie Ansa, Agi, Adnkronos, ecc, ecc?

>>>SOSTIENI ANCHE TU LA NOSTRA BATTAGLIA SU: http://statali.blogspot.com
commento di rosa valenti inviato il 22 luglio 2008
Insieme possiamo cambiare L'Italia,insieme possiamo dare un contributo per cambiare il nostro Paese anche se siamo dall'altra parte della barricata.

Uniti si può fare!

Rosa Valenti

Delegata provinciale Pd
commento di shado inviato il 14 luglio 2008
come sempre durante la compagna promesse mai mantenute,e intanto i debiti continuano ti prego walter cambiamo questa italia una volta per tutte fallo con noi il tuo popolo.
commento di illoris inviato il 20 giugno 2008
Compagni,è finito la notte di miele.Prina che si oscuri del tutto,in piazza deve anticipare la/e MANIFASTEZIONE!!!!!!!!!!
commento di Chetri inviato il 18 giugno 2008
La sinistra non ha fatto le cose importanti e immediate che serviva al popolo italiano e ora la destra sfrutta la delusione degli italiani. Nessuno ha mai imparato dal passato, vincere le elezione ed avere la maggioranza dei elettori dalla sua parte non equivale il giusto, normalmente un popolo si allinea dalla stessa parte se hanno la stessa cultura,pensieri,affinita,gli stessi interessi e lo stesso comportamento. Quanto pare molti non vogliono bene questo bel paese, guardano gli interessi immediati di se stessi che è molto triste.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork