.
contributo inviato da Ethos il 29 aprile 2008
[ click ]
 
Renato Schifani, eletto al primo turno alla seconda carica dello Stato

Trenta autobus dati alle fiamme. Un rogo, doloso, che ha mandato in fumo sette milioni di euro la notte scorsa a San Donato di Ninea, nel Cosentino: ignoti hanno ridotto in cenere il parco macchine delle società Trasporti Nord Calabria (Tnc) e La Valle (Lvl), entrambe del gruppo La Valle.

Gli incendiari hanno appiccato il fuoco in più punti nel piazzale per ottenere il massimo degli effetti distruttivi: sono riusciti a non farsi riprendere dalle telecamere del circuito interno. 

Antonio La Valle, titolare con la sorella della Tnc, comunque, dice di non capire il perché di questa azione. "Non c'è stata alcuna richiesta - ripete più volte - quello che penso è che si è voluto mettere in ginocchio un'azienda, distruggerla".

Link map: schifati|ndrangheta|escalation|linarello e la democrazia dal basso
TAG:  NDRANGHETA  PRINCI  CALABRIA  GIOIA TAURO  AUTOBUS  SAN DONATO DI NINEA  ROGO  DOLOSO  ANTONIO LA VALLE  RENATO SCHIFANI  PRESIDENTE DEL SENATO  GOEL  LOCRI  VINCENZO LINARELLO  DEMOCRAZIA  PREGHIERA  GIANCARLO MARIA BREGANTINI 
Leggi questo post nel blog dell'autore Ethos
http://Ethos.ilcannocchiale.it/post/1890076.html


diffondi 

commenti a questo articolo 6
informazioni sull'autore
Ethos
S. Maria di Leuca
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
27 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork