.
contributo inviato da danielemudadu il 28 aprile 2008
Era nell'aria; notizie dei TG incentrate su fatti di cronaca nera, ritorno al conservatorismo più bieco sia nel centro destra che nella sinistra cosiddetta radicale, situazione economica molto incerta per tutti coloro che per guadagnarsi la pagnotta devono lavorare davvero, il costo (esagerato) della politica facilmente imputabile a chi era al governo......
Il PD ha portato delle idee nuove ma non poteva metterle in pratica e quindi non si è potuto toccare con mano i risultati che questo nuovo modo di fare politica può dare. Per il poco tempo che si è avuto a disposizione si sono raggiunti dei risultati elettorali per niente malvagi e la sconfitta di Roma è dovuta al quasi completo abbandono della lotta da parte degli elettori della Sinistra Arcobaleno. La mia esperienza di rappresentante di lista in un seggio del quartiere in cui vivo dalla nascita (ho più di 50 anni) ed in cui conosco quasi tutti, mi ha fatto notare che nei quattro seggi della scuola in cui ho cercato di dare il mio piccolo contributo ha visto la quasi totale assenza degli elettori di quell'area o almeno di quelli che conosco.
E allora, perchè continuare a piangere?
Ho visto un sacco di gente lavorare per il successo del PD e mi piacerebbe che il loro lavoro non andasse perduto ma servisse a portare sempre più cittadini a discutere e partecipare attivamente alla vita politica, sia a livello locale che nazionale. Ecco cosa serve, secondo me: la gente che discute può cambiare o meno le sue idee ma quanto meno è costretta a crearsi una propria idea se non altro per difenderla dagli attacchi degli altri.
Chi non discute finisce per accettare le idee degli altri, soprattutto attraverso il mezzo televisivo. E qui perdiamo sicuro. Frequentiamo le sedi del partito e invitiamo i nostri conoscenti a dibattere con noi su tutte le questioni politiche, piccole e grandi, e allora le nostre idee si diffonderanno.
Il PD è innovazione e come diceva Machiavelli "Lo innovatore ha molti inimici...." ma il mondo va avanti grazie agli innovatori e non grazie ai conservatori.
Su con la vita!!

TAG:  LAVORO  INNOVAZIONE  CONSERVATORE 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
28 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork