.
contributo inviato da Frank17Afragola il 22 aprile 2008
                           

Arriva la legge sulla "morte dignitosa" in Spagna. Non si tratta propriamente di eutanasia: da mercoledì prossimo gli spagnoli potranno lasciare per iscritto le loro volontà riguardo il cosidetto "accanimento terapeutico". Ovvero, i medici dovranno sospendere le procedure di alimentazione, idratazione, respirazione artificiale, eccetera, nel caso in cui queste prolunghino una vita ormai incosciente e condannata a morte sicura, se il paziente ha lasciato questa esplicità volontà scritta.

Insomma, una sorte di "testamento biologico". Se ne è parlato e se ne parla anche in Italia. Però non si è mosso ancora niente, nonostante sia una chiara conquista di civiltà. Dare il diritto di porre fine alla propria esistenza, se incosciente e destinata alla morte, non è contro nessun principio. E' solo contro i principi della religione: ma perchè dobbiamo forzare i non religiosi ad attenersi ai principi religiosi?
TAG:  TESTAMENTO BIOLOGICO  MORTE DIGNITOSA  ACCANIMENTO TERAPEUTICO  SPAGNA  PERCHÈ NO? 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
commento di pippocalzelunghe inviato il 23 aprile 2008
democraticamenteio e smarco credo che entrambi abbiate ragione perchè un tema del genere non può essere discusso in questo modo o imposto mediante una legge. credo che le questioni etiche di questa portata debbano essere regolamentate in modo da lasciare libero chiunque di fare come meglio crede .... ma questa è forse una grande utopia. credo che la cosa più esecrabile è che si usino temi del genere in campagna elettorale o come argomentazione di contrapposizione politica. questo non è accettabile. rimane il fatto che purtroppo non so bene cosa preveda la legge di zapatero.
commento di democraticamenteio inviato il 22 aprile 2008
Sono un fervente cattolico sebbene di ampie vedute. Non ho condiviso assolutamente il tentativo zapateriano di distruggere la famiglia in quanto tale. Non mi sto riferendo alle coppie di fatto(anche se non si dovrebbero considerare famiglie in senso tale) ma anche al fatto che alle coppie gay è stato concesso di adottare bambini!!! Cosa contro natura.
Sul testamento biologico bisogna fare attenzione... ricordiamo che la bioetica è la scienza che dice il tutto e il contrario di tutto...non possiamo fare leggi. Bisogna stare attenti ad impedire in futuro la liquidazione tipo SS dei malati terminali. Cmq in Spagna si è arrivati a questo perchè la Chiesa Cattolica li è in forte crisi... a mio parere dovrebbe essere più vicina alle persone e di una veduta un pò più ampia, però senza stravolgere i suoi dogmi.
Infine Smarco ti voglio dire una cosa importante... non è che si vuole imporre ad altri la fede cristiana, però riguardo l'eutanasia si vuole imporre un'etica sociale che ha le basi nella nostra religione cristiana, cioè l'etica, definiamola laica, di una società si basa sempre sulla propria religione, però questo non significa essere per forza credenti, ma più "umani".
Ti saluto
Diego,19 anni
commento di smarco inviato il 22 aprile 2008
E' più forte di loro. Invece di testimoniare caricano di pesi insopportabili gli altri, anche chi non crede in Dio. Dovrebbero annunciare e testimoniare il messaggio di Gesù non dimenticando mai che ogni essere umano è libero di credere o non credere, di essere o non essere cristiano. Chi crede, io per esempio, non ho bisogno di questa legge. Per me la vita è un dono e come tale la vorrò mantenere fino alla fine, qualunque essa sia. Ma non posso non pensare di accontentare colui che non ha le mie convinzioni. E' questione di rispetto, di civiltà. E' il mistero della vita e nessuno di noi ha il monopolio su questo mistero.
commento di giannac inviato il 22 aprile 2008
caro Frank, un esponenete della lega ha detto che il loro esempio era Barcellona dove si parla il catalano, senza rendersi conto che i catalani sono ANNI LUCE avanti a noi. Oggi un'amica che vive là mi ha detto che al commento di B sulle troppe donne nel governo Zapatero, una delle loro donne ministro ha detto che forse le donne italiane sono troppo intelligenti per lavorare con B.
Altro stile.
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork