.
contributo inviato da kezia il 18 aprile 2008
Non amo certi toni ma questa la devo raccontare. La mia amica dall'oregon mi ha scritto "so... burlesconi is back... Lei si è proprio sbagliata ma io non ho potuto fare a meno di sorridere. Non avevo mai notato che bastava invertire le vocali u ed e... E se, come pensavano gli antichi, i giochi di parole racchiudono verità...
Poi sto pensando a quello che è successo: le elezioni, il fatto che io le ho viste le montagne di schede al Pdl appena uscite dalle urne... Mi sembra di essere in quel film, "l'invasione degli ultracorpi". Non valgono più i valori di riferimento che avevo una volta e che ritenevo giusti.
però pensavo anche che siamo stati tutti degli illusi, che non aveva senso neppure sperare, che mentre Walter andava nelle piazze quegli altri avevano messo in moto una vera e propria macchina da guerra. Che i titoli del Giornale e di Libero, i pensieri che partivano dalle reti mediaset ogni giorno diventano slogan e luogo comune nel giro di due ore. Hanno messo in giro che Prodi era un imbecille dal primo giorno del suo governo e la gente lo ripeteva come se sapesse anche veramente perchè. Nella nostra signorilità non abbiamo voluto usare colpi bassi. Abbiamo dovuto subire il loro gioco, malgrado tutto: guai a parlar male di loro, guai a ricordare che il governo "burlesconi" rubava ai poveri per dare ai ricchi come allora si diceva. La scuola, la cultura, l'istruzione saranno le prime a essere cancellate. Perchè non ricordare alla gente la simpatia per le scuole private del governo berlusconi? Si, capisco, perchè a quella gente che comunque ha votato di là, non gliene fregava proprio niente. Ma anche perchè la macchina da guerra avrebbe colpito ancora più duro, con una penetrazione formidabile nell'opinione pubblica. A questo punto si è capito: gli italiani devono bere ancora questo calice. Ma che succederà in questi 5 anni? Chi riuscirà a tenere fede a se stesso? In quanti si perderanno?  
TAG:  ULTRACORPI  SLOGAN  CULTURA   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di vidasa inviato il 21 aprile 2008
continuazione del precedente.

Infine, concordo con te quando affermi di non credere alla santità dei politici e che "l'odio non fa crescere nessuno".
Far ritornare i clandestini nel paese da cui sono partiti, si fa già; abbassare le tasse è indispensabile, almeno per i redditi più bassi; passare al nucleare è difficile finché non verrà trovato il sistema di smaltire le scorie; calcolare l'IRPEF su base familiare è abbinato alla riduzione delle tasse; far trovare gli evasori ai Comuni non è facile: Milano, ad esempio, lo potrebbe anche fare; ma un piccolo Comune?
La campagna elettorale di Veltroni è stata improntata sulle idee; quella di Berlusconi esclusivamente sulle invettive, sulle parole d'ordine e sul voto utile.
Ciao
commento di vidasa inviato il 21 aprile 2008
Scusate. Il commento intero è questo.
Francesco (Fralang2002), non ho mai avuto in tasca una tessera di partito né ho mai votato PDS o DS. I vari Fassino, D'Alema, ecc. sono stati quindi leader non del mio partito. Ora sono simpatizzante del PD.
Esistono anche comunisti di destra: sono infatti convinto che la politica possa essere rappresentata da un cerchio dove le zone estreme si tengono per mano.
Cialtronerie, interessi (personali) ed intrighi sono tipici di colui che dovrebbe diventare il nostro presidente del consiglio, basti pensare al disprezzo con cui il "tuo attuale" capo tratta chi non lo vota. Anche le parole hanno un senso e fanno comprendere meglio la personalità di chi le pronuncia.
Posso poi concordare con Berlusconi quando, ad esempio, afferma che la nostra cultura è più sviluppata di quella araba; questo però lo posso dire io al bar con gli amici, non lui come premier. E, in quell'occasione, incolpò i "comunisti" di aver frainteso le sue parole, anche se persino Bush lo riprese.
E incolpare gli altri è una sua caratteristica che continua tuttora, anche quando gli fanno vedere la registrazione.
E' solo questione di etica, di senso dello stato e della sua bassa statura morale più che fisica.
C'è il suo conflitto di interesse. Non pensi che non sia anche per questo che viene guardato con sospetto dalla quasi totalità dei governanti esteri? (Lavoravo all'Alcoa-alluminio. Quando il Presidente della Casa Madre divenne segretario al tesoro di Bush, dovette vendere tutte le sue azioni della società.)
L'ironia di Striscia, di Zelig e delle Iene è piuttosto all'acqua di rosa col loro editore: qualche mese fa mi sembra che abbiano trattato Fini piuttosto pesantemente.
Quando parli di Prodi ti fidi troppo del Giornale (v. Telekom Serbia, Nomisma, ecc.: consulta Wikipedia). Permettimi: mi dà l’impressione che nemmeno tu legga molto i giornali stranieri. Ed anche quelli italiani!
Infine, concordo con te quando affermi di non crede
commento di vidasa inviato il 21 aprile 2008
Francesco (Fralang2002), non ho mai avuto in tasca una tessera di partito né ho mai votato PDS o DS. I vari Fassino, D'Alema, ecc. sono stati quindi leader non del mio partito.
Esistono anche comunisti di destra: sono infatti convinto che la politica possa essere rappresentata da un cerchio dove le zone estreme si tengono per mano.
Cialtronerie, interessi (personali) ed intrighi sono tipici di colui che dovrebbe diventare il nostro presidente del consiglio, basti pensare al disprezzo con cui il "tuo attuale" capo tratta chi non lo vota. Anche le parole hanno un senso.
Posso poi concordare con Berlusconi quando, ad esempio, afferma che la nostra cultura è più sviluppata di quella araba; questo però lo posso dire io al bar con gli amici, non lui come premier. E, in quell'occasione, incolpò i "comunisti" di aver frainteso le sue parole, anche se persino Bush lo riprese.
E incolpare gli altri è una sua caratteristica che continua tuttora, anche quando gli fanno vedere la registrazione.
E' solo questione di etica, di senso dello stato e della sua bassa statura morale.
C'è il suo conflitto di interesse. Non pensi che non sia anche per questo che viene guardato con sospetto dalla quasi totalità dei governanti esteri? (Lavoravo all'Alcoa. Quando il Presidente della Casa Madre divenne segretario al tesoro di Bush, dovette vendere tutte le sue azioni della società.)
L'ironia d
commento di paolap inviato il 20 aprile 2008
CARO FRALNG LEGGO OGNI GIORNO SULLA STAMPA ESTERA QUALCOSA CHE PARLA DELL'ENORME STIMA ED AMMIRAZIONE CHE HANNO PER IL TUO SOVRANO...VISTO CHE NON HAI SIGNORI E PADRONI ALLORA NON SEI UN SUDDITO FEDELE.
FACCIAMO UN PATTO IO MI INFORMO SU NOMISMA E TU TI INFORMI SULLA BANCA RASINI.
CIAO A PRESTO
commento di Fralang2002 inviato il 20 aprile 2008
continuazione


passare al nucleare, calcolare l'IRPEF su base familiare, delegare i Comuni a pescare gli evasori etc etc..
Alle idee si risponde con le idee e non con le invettive!!!

Francesco
commento di Fralang2002 inviato il 20 aprile 2008
Vidasa, portare il cervello all'ammasso (definizione di Indro) è tipico dei comunisti. Lo hanno fatto per anni. Io mi ritengo libero da qualsiasi ideologia, preconcetto ed appartenenza politica. Vale anche per la destra.. Se non saranno in grado di cambiare l'Italia come è giusto to che è basso di statufare, mando al diavolo pure loro. I difetti sono equamente distribuiti tra le parti politiche. Cialtronerie, interessi, intrighi e chi più ne ha più ne metta.
Evidentemente non leggi i giornali esteri. Potresti scoprire che, se è pur vero che Berlusconi non risulta simpatico per il suo modo di fare a dir poco "sopra le righe", di Prodi si è detto e si dice molto peggio. Fino ad adombrare comportamenti poco leciti durante il suo periodo di Presidenza. Se mi dai un numero di fax ti spedisco le copie degli articoli che ti sono..sfuggiti. Comunque, Nomisma è stato importante per il nostro campione nei momenti più significativi. Se ora ne è fuori (cosa che so) ...meglio! Ma lasciamo perdere la vecchia dirigenza ...ormai pensionata. Parliamo dei nuovi: Fassino, D'Alema etc... Ti ricordi: "abbiamo una Banca?".
Ecco! io sono abbastanza scafato da non credere nella purezza e bontà di nessuno.....ho detto nessuno! Ne' destra nè sinistra! Mi danno fastidio le crociate che perdono di vista i problemi. Se anzichè combattere Berlusconi come persona, la sinistra si fosse dedicata ad ascoltare cosa vuole la gente... forse non saremmo a questo punto.
L'odio non fa crescere nessuno!
Come fa un osservatore esterno alle parti a capire quali sono le alternative ai messaggi di Berlusconi se le uniche accuse sono, nell'ordine: le sue figuracce internazionali, che si stira la pelle, che è basso di statura, che ha troppi soldi, che condiziona le TV ( fatto non vero perchè pure le sue TV gli danno addosso: Striscia la Notizia, Zelig e le Jene sono un esempio). Mi aspetterei che gente preparata ribattesse perchè non si devono cacciare i clandesini, abbassare le tasse, passare
commento di vidasa inviato il 20 aprile 2008
Fralang, se non hai "padroni", allora hai portato all'ammasso il cervello.
Poi. Prodi non c'entra più con NOMISMA da molti anni.
Dimostri anche di avere molte lacune sui giudizi espressi dalla stampa europea circa la Presidenza europea di Prodi.
Infine, ti sei dimenticato, ad esempio, della "sceneggiata" del primo ministro Berlusconi nella visita fatta al parlamento europeo durante il semestre italiano nel luglio 2003? Allora la stampa internazionale si espresse con parole molto dure nei confronti del nostro premier che dovette scusarsi con la Germania; e fu talmente patetico ed infantile che smentì queste scuse, mentre il governo tedesco le confermò.
commento di vidasa inviato il 20 aprile 2008
Fralang, se non hai "padroni", allora hai portato all'ammasso il cervello.
Poi. Prodi non c'entra più con NOMISMA da molti anni.
Dimostri anche di avere molte lacune sui giudizi espressi dalla stampa europea circa la Presidenza europea di Prodi.
Infine, ti sei dimenticato, ad esempio, della "sceneggiata" del primo ministro Berlusconi nella visita fatta al parlamento europeo durante il semestre italiano nel luglio 2003? Allora la stampa internazionale si espresse con parole molto dure nei confronti del nostro premier che dovette scusarsi con la Germania; e fu talmente patetico ed infantile che smentì queste scuse, mentre il governo tedesco le confermò.
commento di Fralang2002 inviato il 20 aprile 2008
I 2Ml di € rientrano nella quasi normalità delle attivita della GdF

commento di Fralang2002 inviato il 20 aprile 2008
Cara Paolap. Di insulti da parte mia non ne hai mai letti e mai ne leggerai. Secondo: come ho già detto ad altri della tua parte politica io non ho signori e padroni.

Per tutti gli altri che giurano sulla competenza di Prodi vorrei consigliare delle letture di stampa estera circa il periodo di Presidenza della Commissione Europea. Infine cercate di sapere qualcosa su NOMISMA. Poi ne riparliamo!!!
commento di vidasa inviato il 20 aprile 2008
Fralang2002 scrive: "In ordine alla evasione fiscale vorrei sfatare il mito del grande recupero dell'ultimo governo. E' una balla! I recuperi sono stati minimi (dell'ordine dei 2Mld Euro)".
Scusate, sarà per l'ora che non mi fa connettere con i numeri, ma mi sembra che 2 miliardi di euro non siano bruscolini. Ciao
commento di isolademocratica inviato il 20 aprile 2008
.....il post precedente (incompleto)

Ma i prezzi non sono paragonabili. Infatti aziende che nel 1985 erano in perdita furono consegnate risanate. E poi tra il 1985 ed il 1993 ci fu una forte crescita dell'economia.

Per una stima della congruità del prezzo leggete il seguente autorevole articolo sicuramente super partes (copiando il link nella barra degli indirizzi del browser):

http://www.lavoce.info/articoli/pagina437.html

Ora mettiamo una pietra tombale su questa storia!
Basta illazioni!
Basta calunnie!
Basta con "il bue che dice cornuto all'asino"!
Basta!

commento di isolademocratica inviato il 20 aprile 2008
Gentile Fralang

Capisco cosa intendi per Prodi all'IRI.
Ho un amico destrorso che fino a poco tempo fa mi menava questa storia. Conosco il vostro pensiero: "Prodi non ha commesso reati ma si è macchiato di una grave responsabilità politica". Vero?

Vediamo:
Nel 1985 Prodi, allora presidente dell'Iri, aveva firmato un documento con Carlo De Benedetti (della Buitoni) per la cessione della partecipazione dell'IRI nella SME, un gruppo agroalimentare.
Ma c'era il problema della determinazione del valore delle azioni.
La perizia (per determinarne il valore) affidata a Roberto Poli, professore alla Cattolica di Milano, professionista stimato che negli anni successivi ha ricoperto gli incarichi di consigliere d’amministrazione di Fininvest e di Mondadori e di presidente della Rizzoli, di Publitalia e, in fine dell'ENI.

Il prezzo: 1106,9 lire per azione corrispondenti, per la quota detenuta dall’Iri, a 497 miliardi. Questa fu la valutazione del prof. Poli e questo fu il prezzo pattuito con De Benedetti.

Nel documento firmato, Prodi si era impegnato a sottoporre a breve termine l’intera operazione all’approvazione del consiglio d’amministrazione dell’Iri e a richiedere tempestivamente al governo l’autorizzazione.

Ma a poco tempo dalla scadenza dei termini fissati, arrivò una nuova offerta di 550 miliardi.
Successivamente, fissato un nuovo termine, arrivò l'OFFERTA di 600 milardi che tutti conosciamo. (E ci fermiamo qui senza riaprire vecchi capitoli: sappiamo tutti come è finita.....) Insomma: la vendita si bloccò....

Successivamente, nel 1993, Prodi tornò a capo dell'IRI su incarico di Ciampi.
La SME fu venduta a tronconi (Italgel 310, Cirio-Bertolli-De Rica 310, supermercati GS e Autogril 704 miliardi).
Prezzo molto superiore a quello del 1985.

Ma i prezzi non sono paragonabili. Infatti aziende che nel 1985 erano in perdita furono consegnate risanate. E poi tra il 1985 ed il 1993 ci fu una forte crescita
commento di amphioxus inviato il 19 aprile 2008
ragazzi ma qui si è fermato tutto possibile che nessuno scrive più contributi..è da un giorno è mezzo ormai
commento di andreavmilano inviato il 19 aprile 2008
Ma basta lor signori, qui si è trascesi, come si fa a definire Prodi un incompetente, smettiamola, d'ora in poi nessuno farà più scontrini (come capitato dal calzolaio) tanto tra due anni ci sarà il condono. Gli incompetenti non esistono, qui esistono i furbi ed i menefreghisti, ecco chi si deve riprendere, le persone serie non vengono mai menzionate perchè fa troppo comodo insultare chi cerca di fare del bene per l'Italia. Eppoi smettiamo di dare dati presi da Il Giornale che non vale la pena commentare. saluti, Andrea da Arcore
commento di paolap inviato il 19 aprile 2008
Caro Fralang,vedo che continui ad imperversare...ora sei un personaggio (15 minuti di celebrità non si negano a nessuno), e fra un pò entreremo nel network solo per sapere come stai...comunque, xccredo che sia azzardato da parte tua dare dell'incompetente al Prof. Romano Prodi, grande economista e grande STATISTA(significa uomo di Sato, cioè uomo al servizio dello Stato),e credo sia ancora più azzardato parlare di passato poco limpido. Vogliamo parlare del limpidissimo passato del tuo amato signore e padrone? Sai, sotto certi aspetti mi fai tenerezza, quasi come Emilio Fido...
Sempre cordialmente PAOLAP

P. S. Per favore , non ricorrere agli insulti, la mia educazione mi impedisce di rispomndere in modo adeguato
commento di Anpo inviato il 19 aprile 2008
Caro Fralang2002
Forse Prodi si è stufato di querelare il Giornale visto che lo ha già fatto circa un mese fa (il Giornale poi non ha altro di cui parlare? :))
Comunque come potrai verificare su wikipedia le indagini che hanno riguardato Prodi si sono sempre concluse o con l'archiviazione o con l'assoluzione con formula piena e comunque non sono mai andate oltre l'udienza preliminare.
Poi un giornalista può scrivere quello che vuole ma un politco può anche lasciar correre altrimenti passerebbe la vita a fare cause
commento di Anpo inviato il 19 aprile 2008
Sono perfettamente d'accordo con l'analisi fatta da andreaweb sui conti pubblici
Sulle grandi opere vorrei dire alcune cose:
Il costo iniziale di 125 miliardi di euro del 2001 e lievitato fino a raggiungere i 246 miliardi nel 2005 (quindi forse qualcosa era meglio fermare)
Il ponte sullo stretto tanto caro al Cavaliere dovrà essere costruito dalla società Impregilo (che si è aggiudicata la gara nel 2005, tralaltro con un'offerta inferiore alla base d'asta) e che ha anche l'appalto per lo smaltimento dei rifiuti in Campagnia (qualche dubbio sulle loro capacità ce l'avrei)
Si è dovuto chiudere la Salerno-Reggio Calabria il giorno dopo l'inaugurazione fatta da Berlusconi perchè l'asfalto si rompeva (quindi le grandi opere o si fanno bene o non si fanno)
Quanto poi al tesoretto tale fenomeno non è limitato all'Italia (secondo il Sole 24 Ore nella Spagna di Zapatero il tesoretto è circa il doppio di quello italiano)e viene, non dall'opera di Tremonti, ma da una crescita ianspettata dell'economia e quindi del gettito fiscale(per motivi di spazio ti rimando al sito http://www.mauronovelli.it/Sole%2024%20Ore%20Tesoretto%20EU%2028-5-07.htm)
che anzi i condoni di Tremonti rischiavano di frenare.
Quanto poi alla riduzione delle tasse che favorisce i consumi questo è senz'altro vero ma solo se la riduzione, in termini reali, riguarda la maggioranza dei cittadini e non viene erosa dall'aumento dei prezzi (che dal 2001 al 2005, ma anche ora, sono cresciuti in maniera spropositata)
commento di Aldo59 inviato il 19 aprile 2008
Caro Fralang2002. Dici che Prodi è incompetente? Potrei replicare dicendo la stessa cosa del tuo Presidente del Consiglio ma non lo faccio. La questione non è la competenza o meno di un personaggio. Gli elettori hanno voluto cambiare, e mi sta bene. Nulla da obiettare. Quello che voglio ribadire è la mancanza di democrazia, l'impossibilità di accedere ad una libera informazione. Ascolta Francesco, sai perchè frequento questo forum? Perchè dà la possibilità anche e soprattutto a chi la pensa diversamente dal sottoscritto di dire la sua. Sai che palle altrimenti!!! Tutti quì a dire che siamo i migliori e che gli altri non hanno capito nulla. E continuerò a postare finchè troverò gente come te (ho letto della tua età: siamo quasi coetanei) chiedendoti naturalmente di farti portavoce di libertà di "scrittura" su altri siti dove le inserzioni vengono filtrate. Senza rancore. Ciao.
commento di Fralang2002 inviato il 19 aprile 2008
Concordo sulla definizione Deficit/PIL. Credo sia noto a tutti il limite per la permanenza nell'Euro. Comunque sono sicuro che anche i decimali sono frutto di valutazione. Non scherziamo! E poi quando si vede che le tendenze sono di un certo tipo si possono variare le pressioni fiscali.


In ordine alla evasione fiscale vorrei sfatare il mito del grande recupero dell'ultimo governo. E' una balla! I recuperi sono stati minimi (dell'ordine dei 2Mld Euro). Quelli "contestati" sono ovviamente di più. Ma sono allo stato di contenzioso e per il momento non si trasformano in moneta sonante per lo Stato.

No non è tutta colpa di Prodi. Per esempio, quando piove non è colpa sua! In ogni caso quel che non mi piace di lui non è tanto il suo periodo di Presidente del Consiglio (secondo me è incompetente, scialbo ma condizionato nelle scelte economiche da "altri") quanto il suo non limpido passato di Presidente IRI, ove ha dato il peggio di se svendendo gli "assetti" dello Stato con logiche spartitorie e tangentizie. (Per approfondimenti, leggere l'articolo di Giancarlo Perna su il Giornale 15 aprile 2008 - mi direte che il quotidiano è di parte - è vero! ma allora perchè Prodi non querela?)



Francesco
commento di isolademocratica inviato il 19 aprile 2008
Scusate! Ho premuto un paio di volte il comando per il refresh della pagina: volevo vedere se c'erano nuovi messaggi. Ho poi notato che, così facendo, ho pubblicato altre due volte lo stesso post.
Domando gentilmente agli amministratori del forum se possono rimuovere i due sovrabbondanti. Nel ringraziare invio cordiali saluti, Andrea
commento di isolademocratica inviato il 19 aprile 2008
......Continua il post precedente (non inserito completamente)

Quindi potete spiegarmi come si faceva a calcolare una percentuale precisa intorno al 2,9%?
Di certo non si poteva rischiare di violare di nuovo i parametri. Grazie a Prodi adesso l'Europa toglierà la procedura d'infrazione che ci costa non pochi soldi.

Ma non sentitevi prigionieri dell'Europa. Infatti questi parametri servono a non aggravare il DEFICIT e di conseguenza il DEBITO sul quale paghiamo ai creditori profumati interessi. INTERESSI che si caricano sulla SPESA CORRENTE ed alimentano il DEFICIT.
Si innesca così una spirale DEFICIT?DEBITO?INTERESSI?DEFICIT?DEBITO......

Quindi con questo debito che si autoalimenta è inutile esortare al non rispetto dei parametri.
Ed è inutile gridare alla schiavitù dall'Europa.

Volevo aggiungere che le difficoltà economiche delle famiglie italiane sono dovute all'aumento dell'inflazione, grazie all'aumento del petrolio e dei cereali (causa la forte domanda proveniente dall'Asia). Visti i risultati dei conti pubblici, volevano, già prima delle elezioni, prendere dei provvedimenti a sostegno della domanda interna. Ma la destra non ha voluto sentire ragioni: l'unica preoccupazione era la vittoria elettorale. Pensavano solo a raccogliere consenso.

Così qualsiasi cosa è diventata colpa di Prodi : se le famiglie non arrivano a fine mese è colpa di Prodi. La “monnezza”?: è colpa di Prodi! Alitalia?: è colpa di Prodi!
Piove?: è colpa di Prodi! Nevica?: è colpa di Prodi! La siccità? è colpa di Prodi!

Vorrei sapere quando la “smetteremo” di confutare la realtà e di cavalcare il cavallo di battaglia della demagogia su qualsiasi questione seria e vitale per il nostro paese.

Andrea




commento di isolademocratica inviato il 19 aprile 2008
......Continua il post precedente (non inserito completamente)

Quindi potete spiegarmi come si faceva a calcolare una percentuale precisa intorno al 2,9%?
Di certo non si poteva rischiare di violare di nuovo i parametri. Grazie a Prodi adesso l'Europa toglierà la procedura d'infrazione che ci costa non pochi soldi.

Ma non sentitevi prigionieri dell'Europa. Infatti questi parametri servono a non aggravare il DEFICIT e di conseguenza il DEBITO sul quale paghiamo ai creditori profumati interessi. INTERESSI che si caricano sulla SPESA CORRENTE ed alimentano il DEFICIT.
Si innesca così una spirale DEFICIT?DEBITO?INTERESSI?DEFICIT?DEBITO......

Quindi con questo debito che si autoalimenta è inutile esortare al non rispetto dei parametri.
Ed è inutile gridare alla schiavitù dall'Europa.

Volevo aggiungere che le difficoltà economiche delle famiglie italiane sono dovute all'aumento dell'inflazione, grazie all'aumento del petrolio e dei cereali (causa la forte domanda proveniente dall'Asia). Visti i risultati dei conti pubblici, volevano, già prima delle elezioni, prendere dei provvedimenti a sostegno della domanda interna. Ma la destra non ha voluto sentire ragioni: l'unica preoccupazione era la vittoria elettorale. Pensavano solo a raccogliere consenso.

Così qualsiasi cosa è diventata colpa di Prodi : se le famiglie non arrivano a fine mese è colpa di Prodi. La “monnezza”?: è colpa di Prodi! Alitalia?: è colpa di Prodi!
Piove?: è colpa di Prodi! Nevica?: è colpa di Prodi! La siccità? è colpa di Prodi!

Vorrei sapere quando la “smetteremo” di confutare la realtà e di cavalcare il cavallo di battaglia della demagogia su qualsiasi questione seria e vitale per il nostro paese.

Andrea




commento di isolademocratica inviato il 19 aprile 2008
......Continua il post precedente (non inserito completamente)

Quindi potete spiegarmi come si faceva a calcolare una percentuale precisa intorno al 2,9%?
Di certo non si poteva rischiare di violare di nuovo i parametri. Grazie a Prodi adesso l'Europa toglierà la procedura d'infrazione che ci costa non pochi soldi.

Ma non sentitevi prigionieri dell'Europa. Infatti questi parametri servono a non aggravare il DEFICIT e di conseguenza il DEBITO sul quale paghiamo ai creditori profumati interessi. INTERESSI che si caricano sulla SPESA CORRENTE ed alimentano il DEFICIT.
Si innesca così una spirale DEFICIT?DEBITO?INTERESSI?DEFICIT?DEBITO......

Quindi con questo debito che si autoalimenta è inutile esortare al non rispetto dei parametri.
Ed è inutile gridare alla schiavitù dall'Europa.

Volevo aggiungere che le difficoltà economiche delle famiglie italiane sono dovute all'aumento dell'inflazione, grazie all'aumento del petrolio e dei cereali (causa la forte domanda proveniente dall'Asia). Visti i risultati dei conti pubblici, volevano, già prima delle elezioni, prendere dei provvedimenti a sostegno della domanda interna. Ma la destra non ha voluto sentire ragioni: l'unica preoccupazione era la vittoria elettorale. Pensavano solo a raccogliere consenso.

Così qualsiasi cosa è diventata colpa di Prodi : se le famiglie non arrivano a fine mese è colpa di Prodi. La “monnezza”?: è colpa di Prodi! Alitalia?: è colpa di Prodi!
Piove?: è colpa di Prodi! Nevica?: è colpa di Prodi! La siccità? è colpa di Prodi!

Vorrei sapere quando la “smetteremo” di confutare la realtà e di cavalcare il cavallo di battaglia della demagogia su qualsiasi questione seria e vitale per il nostro paese.

Andrea




commento di isolademocratica inviato il 19 aprile 2008
Gentile fralang2002: vorrei definitivamente chiarire l'annosa questione dei conti pubblici.

Innanzitutto fissiamo alcune imprescindibili definizioni :

PIL (prodotto interno lordo): è il valore di beni e servizi (finali) prodotti in un determinato periodo (per quanto ci riguarda un anno) in Italia. Si calcolano nel PIL anche i beni prodotti da imprese straniere sul territorio Italiano.

DEFICIT (disavanzo di bilancio) è la differenza (negativa) tra spesa pubblica e tasse (nello stesso periodo di riferimento del PIL).

Quando c'è il deficit lo stato si indebita presso il “pubblico” (trattasi dei famosi titoli del debito pubblico). Una possibile soluzione alternativa è l'acquisto dei titoli dalla banca centrale.
Ma quest'ultima soluzione ha come effetto quello di svalutare la moneta. Infatti, immettendo moneta nel sistema, diminuisce il suo potere d'acquisto. E l'effetto finale è l'aumento dell'inflazione.


Premesso questo, voglio ricordare che il trattato di Mastricht ha fissato i seguenti parametri:

Rapporto DEFICIT/PIL < 3%

Rapporto DEBITO/PIL < 60%

Fralang2002 affermava che il il rapporto DEBITO/PIL è inferiore all'(1,9%). Volevo solo precisare che il rapporto DEBITO/PIL è al 104% (il più alto in Europa); è il rapporto DEFICIT/PIL ad essere 1,9%

Abbiamo detto che il DEFICIT è dato dal calcolo: SPESA PUBBLICA – TASSE

Giustamente fralang2002 affermava che tale rapporto si sarebbe potuto tenere più alto. Pesando di meno sulle tasche dei contribuenti.

Ma la voce tasse è data da molteplici fattori variabili: non ultimo il reale concretizzarsi della lotta all'evasione fiscale che è stata pesantemente combattuta recuperando un discreto gettito.
Altra variabile è il PIL. Certo si può fare una previsione ma sempre con un certo margine di errore.

Quindi potete spiegarmi come si faceva a calcolare una percentuale precisa intorno al 2,9%?
Di certo non si poteva rischiare di violar
commento di Fralang2002 inviato il 19 aprile 2008
Avrei qualche dubbio sulla tua analisi. Partendo dalle mie buste paga. In ogni caso vorrei farti notare che in quel periodo sono state avviate opere pubbliche con una esposizione dello Stato, ridotta, ma comunque cospicua. Ora tutto è fermo. Sono daccordo che Prodi aveva una situazione meno stabile. Infatti non avrebbe proprio dovuto iniziare. Ma Berlusca faceva i conti con tre partiti scalpitanti. Neanche lui se la passava bene.
In ogni caso la cura Tremonti stava funzionando, perchè il tesoretto del buon Prodino e del suo sodale Tommaso, comparso pochi mesi dopo l'insediamento non erano certo frutto della loro politica economica ma di quella del predecessore. E' facile rientrare dal debito. Basta tassare e non spendere. Che problema c'è. Il problema è ridurlo in condizioni difficili, non tassando all'inverosimile, cosa che blocca i consumi, e non fermando le attività di investimento in opere strategiche. Circa le aliquote, starei attento a dare sentenze. Non si tratta di favorire i ricchi a danno dei poveri. Sarebbe una scemenza. E' una questione di volumi finanziari. La considerazione che punti di accumulo di risorse finanziarie costituiscono anche fonti di consumo. Ti consiglio di leggere il saggio del Prof. Brunetta sull'argomento (il titolo mi sfugge)

Francesco

commento di Anpo inviato il 19 aprile 2008
Caro Fralang
Purtroppo non ho letto molto di Ricolfi, ma credo di ricordare che nemmeno con Berlusconi sia stato tenero visto che ha affermato che la necessità per le famiglie di indebitarisi sia cresciuta considerevolemente fra il 2002 e il 2003 (periodo in cui governava il centrodestra) , che Berlusconi ha disateso una delle sue più grandi promesse e cioè di portare l'aliquota mssima al 33% (e adesso l'ha del tutto abbandonata) e durante il suo governo i reati anzichè diminuire sono aumentati.
Se poi non siamo usciti con le ossa rotta dal periodo critico post 11 Settembre credo che questo dipenda anche dal fatto che i dati economici erano, nel momento in cui è esplosa la crisi, in buono stato (se i conti statali sono in ordine un evento negativo esterno o improvviso ha un effetto minore)e comunque ,se il periodo 2001-2005 era critico, non vedo perchè aggravare le cose per le famiglie impiegando forti risorse per la diminuzione dell'irpef per i redditti oltre i 150000 euro (per i quali l'imposta è stata ridotta di circa 4000 euro) o per togliere la tassa di successione al di sopra dei 350 milioni di euro(tale limite stabilito dal Governo Amato portò benefici al 90% dei cittadini.
Ti vorrei inoltre ricordre che uno dei primi provvedimenti del governo Berlusconi (e qui, sia detto senza voler far polemiche, più che sulla stupidità andiamo nel campo della disonestà)fù l’eliminazione totale della restituzione del fiscal drag (se l’inflazione reale è superiore al previsto, il lavoratore paga più tasse; con la restituzione, a saldo, del maggior prelievo, tutti i Governi precedenti avevano compensato il fenomeno)
E comunque spero che converrai che Prodi ha operato in maggiori difficoltà politiche rispetto al II governo Berlusconi vista la debolezza della sua coalizione al Senato
commento di Fralang2002 inviato il 19 aprile 2008
Era riferito a me ovviamente. Che ne so io del tuo lavoro?
commento di Arturo60 inviato il 19 aprile 2008
Francè, non volevo attaccarti. Ho scelto quello che più faceva riferimento al B. Ne hai più di 9000 di angrammi e non li ho spulciati tutti.
Comunque non mi hai risposto su cosa produci per lo stato. E sulla frase: "se ci vivi dentro capisci" era riferita a me o era una tua considerazione personale? Facciamo lo stesso lavoro?
commento di Fralang2002 inviato il 19 aprile 2008
Un ultima cosa: l'anagramma che hai fatto col mio nome è proprio scalcagnato. Pensa a qualcosa di diverso per attaccare le persone.

Francesco
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork