.
contributo inviato da alea iacta est il 17 aprile 2008
Salve,

già ieri avevo lasciato un post sul tema alitalia, tema che mi e ci sta tutti a cuore. Ci ritorno.
Avevo mostrato le contraddizioni del Cavaliere sulla tempistica della presentazione della cordata: prima di Pasqua sarebbe stata pronta entro a breve, pochissimi giorni. Ieri ha parlato di un mese... In totale fa due mesi.
Poi, ieri pomeriggio, notizia dell'ANSA, aveva rilasciato che si cerca un partner internazionale tipo lufthansa, air france o aeroflot. In campagna elettorale 5 gg fa diceva che sarebbe rimasta italiana al 100%!! Vabbè
Su air france penso che l'ad Spinetta debba rifiutare l'offerta per onore. Lufthansa acquiserebbe il controllo di alitalia dopo il pasaggio intermedio in AirOne: i debiti rimangono in mano allo stato e i profitti a Carlo Toto e a suo figlio!!! 
La ricerca di partner internazionali sarebbe lo specchio per le allodole. Su Aeroflot ci sarebbe il più grande scandalo: la necessità di un hub nell'europa centrale, per aeroflot sarebbe il massimo e quest'apertura è tutta perchè è già stato deciso. Già, alitalia va ai russi in cambio di cosa? una società importatrice del gas russo metà fra gazprom ed il cavaliere, come vole fare in passato solo che non ci riuscì. In questo modo il contratto fra eni e gazprom perderebbe ogni valore.
Di chi è ENI? Dello stato e di tutti noi che abbiamo in portafoglio azioni della compagnia del cane a sei zampe  e pertanto tutti noi, stato e collettività perdiamo. Chi guadagna? I russi ed il Cavaliere...

Amici, alziamo la voce!!!! 

Alea iacta est 
TAG:  ALITALIA  SCAMBIO  PROTESTE  SPRECO SOLDI PUBBLICI   

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
7 aprile 2008
attivita' nel PDnetwork