.
contributo inviato da larivoluzioneiniziadallaspazzatura il 16 aprile 2008

Caro Walter,

sono fiera di questo risultato elettorale!
Ieri ho patito, centellinando sofferenza, sdegno, rammarico… lutto.

Poi ho capito.
Al tuo grido, Walter, “Mafia, non ci votare!”, la mafia ha risposto, ti ha preso in parola, ha obbedito, non ci ha votato e non ci ha “fatto votare”. Tu hai detto a chiare lettere che quando sarai al governo combatterai la mafia in tutte le sue forme, fino alla sua estinzione; e hai confermato le tue parole con un preciso disegno di legge per fermare la criminalità organizzata, molto apprezzato da don Ciotti.

La mafia ha capito che fai sul serio.

Non solo, ma ha subito colto il segnale in senso opposto che le è stato indirizzato dal PdL, con un tempismo perfetto, che ha parlato di Mangano come di un eroe… I segnali lanciati nell’etere sono il linguaggio della mafia. Vittorio Mangano, pluricondannato per associazione mafiosa e omicidio, stalliere ad Arcore, difeso così dal suo datore di lavoro, diventa il “segno” di conferma che la mafia aspettava.
E naturalmente ha saputo perfettamente per CHI votare.

Sono fiera, lo ripeto, di appartenere a un partito che è LIBERO dai voti della mafia.
Su questo dobbiamo puntare.
Dobbiamo in questo tempo lavorare per sostenere, far crescere e moltiplicare quelle associazioni che sul territorio operano una vera resistenza alle mafie, e per liberare dalla paura quei milioni di cittadini che ancora sono in ostaggio di mentalità e di prassi mafiose.

Un abbraccio,
Lucetta
TAG:  VOTO  MAFIE  SEGNALI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
20 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork