.
contributo inviato da Pegasus.dgl il 4 aprile 2008



Caro Veltroni,

Un problema molto forte nel nostro paese è la chusura del mondo del lavoro a chi ha superato la soglia dei "40 anni" e non ha ancora un lavoro, o magari l'ha perso....

Come mai in Italia questo problema non viene affrontato attivamente e con massima urgenza?
Nel nostro paese una volta superato i 32 anni, il lavoro diventa una vero e proprio sogno proibito!
Si pensa solo a chi il lavoro c'è l'ha! ma per chi è costretto ad un ozio forzato e perenne...nonostante sia in possesso di forte capacità professionali ed un Curriculum di tutto rispetto non se ne parla nemmeno!!!
Si parla tanto di riforma del Lavoro, di riforma dello Stato Sociale ed invece...sempre la solita minestra!
Tutta l'attenzione va a chi un lavoro c'è l'ha già! Bisogna pensare a tutti coloro che per motivi di età sono totalmente esclusi dal mondo del Lavoro. Creare politiche di inserimento serie, precedenza assoluta agli over 40! come si fà per le categorie protette! creare una vera legge, che dia precedenza a tutti coloro che hanno superato i 40 anni. Oppure se non è possibile dare lavoro a queste persone, visto che sono troppo vecchie per lavorare, creare un salario sociale a chi si trova a vivere una situazione del genere.

Fai in modo che un disoccupato di 40 anni voti per il Partito Democratico!

Forza Veltroni e non deluderci!!!

Formazione permanente? non funziona!! di corsi fasulli ne abbiamo le tasche piene!

TAG:  LAVORO  WELFARE  STATO SOCIALE  OVER 40  SALARIO SOCIALE  REDDITO MINIMO GARANTITO 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di PINO da Roma inviato il 4 aprile 2008
Sono d'accordo con Pegasus. Mi piacerebbe se si prendessero iniziative concrete. Si era anche parlato, fra le latre iniziative,di considerare i periodi non lavorati come potenzialmente riscattabili con versamenti "figuraivi", cioè di basso importo, in modo da non penalizzare la possibile pensione. Sarebbe opportuno riesaminare tutta la questione, che ha una rilevanza sociale enorme, probabilmente analoga a quella dei giovani senza lavoro. Speriamo che Veltroni consideri seriamente i problemi drammatici dei "troppo giovani per la pensione ma troppo vecchi per lavorare"!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
24 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork