.
contributo inviato da LMarchesiniBlog il 24 marzo 2008

Non è un argomento facile, neanche dentro al Partito Democratico, quello della legge 194. Poi ci aggiungi l'intervento offensivo verso la donna di Napoli, la lista "pro life" di Ferrara, la campagna elettorale, le continue precisazioni della Chiesa ed otteniamo una matassa difficile da dipanare e da cui far scaturire i valori condivisi nel PD.

Però proprio il PD, il suo "manifesto dei valori", il vero confronto che esiste all'interno (e l'ascolto reciproco) sono la chiave di volta per la soluzione.

Offro un esempio locale ma significativo: ad Anzola dell'Emilia, dopo l'assemblea territoriale del PD di Bologna e dopo il fatto di Napoli un'amica assessore prepara un OdG su questo argomento per discuterlo nel nostro Gruppo dell'Ulivo e presentarlo. Intanto il Gruppo PRC-Verdi ed il Gruppo SDI (entrambi all'opposizione) presentano due OdG sulla 194. Cerchiamo di fare un unico OdG con il gruppo PRC-Verdi, forse ci riusciremo, forse no. Ma nella riunione del mio Gruppo la discussione diventa molto accesa, calda, su tre questioni: l'aggettivo "saggia" con cui nell'OdG bozza ns e PRC-Verdi definiamo la legge 194, la formulazione storica "autodeterminazione delle donne" e la denuncia dell'alta percentuale di obiettori in alcune realtà italiane. Su questi tre punti alcuni consiglieri cattolici esprimono la contrarietà. Allora è venuto in soccorso il documento presentato dalle senatrici del PD (Finocchiaro, Binetti ed altre ..). Nel senso che sui tre punti contesi abbiamo utilizzato la formulazione del documento delle senatrici.

In questo modo all'interno del Gruppo consiliare dell'Ulivo, senza rifiutare le sensibilità di nessuno, abbiamo condiviso un documento ed i valori che lo ispirano. Quindi un'elaborazione del PD, non a caso proposta da donne, ci è servita come riferimento per risolvere la nostra discussione accesa.

Poi vedremo come andrà in Consiglio comunale con le minoranze. Ma questo è un altro discorso.


1981. Il 17-18 maggio si svolge la consultazione referendaria pel l'abrogazione della legge 194.

L'Udi lavora per la difesa della legge.

TAG:  PARTITO DEMOCRATICO  CATTOLICI  FINOCCHIARO  ULIVO  BINETTI  LEGGE 194  ANZOLA DELL'EMILIA  UDI  OBIETTORI  SENATRICI  GRUPPO CONSILIARE  AUTODETERMINAZIONE DELLE DONNE  PRO LIFE  FERRARA 

diffondi 

commenti a questo articolo 1
informazioni sull'autore
LMarchesiniBlog
Anzola dell'Emilia
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork