.
contributo inviato da ravotto il 15 marzo 2008
Immagine di Maigret e l'uomo della panchina  Immagine di Liberty Bar

Due libri di Maigret, il Simenon "minore" pur se a lungo quello più famoso.

Del 1953 il primo, del 1932 il secondo. Li ho letti di fila e adesso mi si intrecciano. Ci sono aspetti comuni. In entrambi i casi Maigret più che sul delitto investiga sulla storia dell'ucciso.

L'uomo usciva da casa, in una camera d'affitto si cambiava le scarpe, ne indossava un paio color becco d'oca per cambiarle ancora la sera, prima di rientrare. Ma cosa faceva, tutto il giorno, il signor Louis, che aveva perso il lavoro da quattro anni ma non aveva osato dirlo alla moglie? Cosa faceva su quella panchina?

William una volta al mese lasciava l'amante e la madre di lei nella villa di Antibes per farvi ritorno solo dopo una settimana, dieci giorni, ubriaco. Una volta, l'ultima, con un coltello nella schiena. Cosa faceva in quei giorni? Dove andava? Con chi dormiva?

TAG:  SIMENON  MAIGRET  L'UOMO DELLA PANCHINA  LIBERTY BAR 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
15 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork