.
contributo inviato da Anpo il 11 marzo 2008
In questa  campagna elettorale si parla molto della  necessità che fra i candidati ci siano persone giovani, più donne, che fra di loro non ci siano persone con carichi giudiziari e che tutti, ovviamente, si riconoscano nei valori della Costituzione. Rimane quindi da chiedersi il motivo della candidatura di Giuseppe Ciarrapico che in effetti:

È un uomo

È avanti con gli anni (è nato nel 1934)

Vanta due condanne per bancarotta fraudolenta rispettivamente a  3 anni per il crac della Casina Valadier  e a 6 mesi per il crac del Banco Ambrosiano e in quest’ultimo caso non ha mai risarcito i danni alle parti civili cambiando continuamente residenza (ma probabilmente anche i suoi saranno stati processi politici sebbene riconosciuti tali ex post )

E si dichiara orgogliosamente fascista tenendo i ritratti del Duce nelle sue fabbriche e partecipando ai raduni a Predappio.

Per fortuna a spiegarci il perché di questa controversa candidatura (sebbene, ovviamente, nessuno rimproveri a Ciarrapico di essere un uomo anziano) ci ha pensato Berlusconi stesso affermando che siccome Ciarrapico ha giornali importanti (come Ciociaria Oggi, Latina Oggi e Oggi Nuovo Molise) non ostili al PDL è assolutamente importante che questi giornali continuino a esserlo visto che tutti i grandi giornali (tipo, che so, Il Giornale) stanno dall'altra parte.

In conclusione sembra che per il Cavaliere l’importante sia vincere con qualunque mezzo, cosa strana per uno che si dice avanti di 10 punti nei sondaggi, senza preoccuparsi di quale classe politica si da al Paese.



TAG:  BERLUSCONI  CIARRAPICO  CANDIDATURA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Anpo inviato il 13 marzo 2008
Per Emanuele
In effetti nemmeno io sono troppo sconvolto dall'orgoglio fascista di Ciarrapico, quello che mi ha colpito, oltre alle motivazioni fornite da Berlusconi, è il fatto che questo candidato sia,al tempo stesso:uomo, anziano, pregiudicato e fascista, insomma l'esatto contrario di quello che i leader dicono di volere
commento di gmansi inviato il 12 marzo 2008
non è per il suo credo politico,ma immettere ancora persone scorrette all'interno di un governo. Ancora una volta il berlusca....spadroneggia(o crede) buttando numeri al vento, in verità ha una paura fottuta di nn farcela....vuole risolvere tutti i suoi problemi mettendo Ciarrapico.....ma mi faccia il piacere..
un abbraccio ed avanti così!!!!
commento di filippo anatra inviato il 12 marzo 2008
la politica è stana...Il pdl ha candidato el ciarrà per vincere nel lazio e il pd candida la moglie del governatore della campania per perdere il premio di maggioranza in campania.
Entrambi saranno comunque eletti.
(con la scelta nominativa se ne stavano tutti e due a casa)
commento di DEM_ARCO inviato il 12 marzo 2008
Non facciamo anche noi l'errore di stigmatizzare eccessivamente la sortita fascista di Ciarrapico.
Ricordiamo a tutti, invece, come sottolineava un amico, sopra, chi è questo pluri-pregiudicato e come sia un IMPRESENTABILE a prescindere dal suo credo ideologico.
Questo anche perchè son convinto che si tratta dell'ennesimo colpo diabolico del Cavaliere: Ciarrapico si dichiara fascista nel territorio ove la Destra di Storace è più forte proprio per attrarre i suoi voti. La farsa di Fini mi rafforza in questa convinzione.
Cmq, se volete sorriderci su andate su youtube e cercate "ti amo ciarrapico" di Elio e le storia tese (dal min. 4 e sec. 30 in particolare).
commento di ilro inviato il 11 marzo 2008
gli italiani "furbi", credo comunque che siano molti di più quelli, che ogni giorno cercano di fare del proprio meglio, che ancora si indignano di fronte a sopprusi ed ingiustizie, che ogni giorno fanno il loro lavoro onestamente,che pagano le tasse,che si dedicano agli altri, io credo che ce ne siano ancora tanti, probabilmente sono solo sfiduciati e stanchi
commento di emanuele martini inviato il 11 marzo 2008
ma no gli italiani si rivedono perfettamente nel PDL, basta vincere ed essere furbi...e non essere troppo buoni.
commento di ilro inviato il 11 marzo 2008
Le motivazioni date per questa candidatura, rilevelano chiaramente, la loro totale mancanza di valori,di principi, di rispetto, verso le Istituzioni, gli italiani tutti,i loro elettori e anche tra di loro.
commento di Emanuele inviato il 11 marzo 2008
Può sembrare strano (un po' lo è anche per me), ma non è l'"orgoglio" fascista che mi infastidisce di questa storia. Non penso di certo che Ciarrapico sarà il primo, ma neache l'ultimo, fasista dichiarato ad entrare in parlamento.
Stiamo parlando di un uomo condannato per due volte per bancarotta fraudolenta, un uomo che sarebbe bandito da ogni altro pubblico impiego.

Spero tanto (ma dentro di me ne dubito) che questo episodio contribuisca ad aprire gli occhi di gente miope ed assonnata che vede nel Pdl l'ordine e la legalità.

Grazie Walter e grazie a tutti quelli (sempre di più) che stanno credendo nel Pd, per una politica diversa, per restituire il potere ai cittadini.
commento di giuliano meroni inviato il 11 marzo 2008
Questa sera ho ascoltato e notato con quanta "naturalezza" il Premier del PDL Berlusconi ha spiegato la candidatura di Ciarrapico. E' davvero disarmante constatare come una persona, canditata a governare la Nazione, pur di vincere prende e mette nel "calderone PDL" qualsiasi persona; a Lui interessa solo il seggiolone di Palazzo Chigi. Ma davvero gli Italiani non si soffermano anche solo un istante a ponderare le dichiarazioni o i gesti di questa persona? Personalmente mi auguro che almeno una parte abbia il pudore di disconoscerlo e cancellarlo elettoralmente.
Saluti e.... avanti tutta!
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 marzo 2008
attivita' nel PDnetwork