.
contributo inviato da diarioelettorale il 10 marzo 2008
La sinistra vince in Spagna e in Francia. In patria gli industriali lo evitano ed è costretto a candidare un imprenditore fascista nonchè pluricondannato per bancarotta fraudolenta e corruzione, facendo assomigliare il PdL più alla Banda Bassotti che a un partito. Bonaiuti insorge contro la sinistra, rea di dare giudizi morali sulle scelte del suo capo, ma gli risponde una candidata eccellente del suo stesso partito, Fiamma Nierenstein: "Io sono antifascista, sono incompatibile con Ciarrapico." Il Cavaliere, accerchiato su tutti i terreni, chiederà asilo politico a Putin?
TAG:  BERLUSCONI  BONAIUTI  CIARRAPICO  NIERENSTEIN 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
9 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork