.
contributo inviato da emisama il 6 marzo 2008
Chi scrive lavora in una azienda recentemente funestata da una grave tragedia di lavoro. Mi sembra che in questa discussione ci si dimentichi completamente del ruolo del sindacato. Il sindacato dovrebbe tutelare i lavoratori ed esercitare un controllo capillare proprio su questi temi. In realtà, in azienda, il sindacato fa ben altro. Il sindacalista tipo è fuori dal processo produttivo e passa la giornata ad intessere ambigue relazioni con i dirigenti aziendali curando i propri interessi e quelli dei suoi amici preoccupandosi principalmente di mantenere il proprio controllo sulle nomine, sulle assunzioni e sulla distribuzione di bonus e aumenti. La commistione fra sindacato e middle management, scaturita dalla volontà aziendale di esercitare il controllo anche sul sindacato è stata dal sindacato stesso favorevolmente accolta, c'è vantaggio per ambo le parti..... gli unici ad essere penalizzati sono i lavoratori, così si assiste a distorsioni disgustose come il fatto che il sindacato partecipi alla stesura degli organigrammi. Così si prepara il terreno al non rispetto delle regole anche e soprattutto in tema di sicurezza, così si favoriscono gli straordinari (e gli operai lavorano 12h di seguito) invece di osteggiarli, così si favorisce l'ingresso di ditte appaltatrici che magari sono di parenti o amici (anche dei sindacalisti) così poi ci si ritrova ogni tanto a piangere qualcuno.....
D'altronde storie come quella dei fondi pensione e del TFR fanno pensare che il male venga dall'alto...   
TAG:  LAVORO  SICUREZZA  SINDACATO  CONTROLLO  STRAORDINARI  TFR 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
18 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork