.
contributo inviato da agilulfo il 17 febbraio 2008
Sono un insegnante. Avrei qualche proposta , un po' alla rinfusa,  per le scuole secondarie:
  1. Un'ora a settimana, pagata e obbligatoria, per discutere di didattica pratica, come fanno nella scuola elementare. Diminuirebbe l'isolamento degli insegnanti, favorirebbe le sinergie. Molti di noi svolgono  il proprio programma senza tener conto di ciò che fanno gli altri.
  2. Potenziamento dei laboratori scientifici (lo dico io che insegno lettere...). Si studiano le scienze solo sul libro e spesso ci si limita alla biologia. Il piacere dell'esperimento, della piccola scoperta, potrebbe invece costituire un'ottima motivazione allo studio.
  3. Incentivi alla formazione continua per gli insegnanti, ma solo su temi concreti: come interessare i ragazzi; come indirizzarli verso un pecorso a loro congeniale; come rapportarsi con i giovani, con le famiglie, anche con i colleghi. Comunicazione istituzionale. Tecniche eterodosse d'insegnamento (per es. metodo Feuerstein, PNL applicata alla didattica...) .
  4. Sostegno psicologico ai docenti che hanno difficoltà nei rapporti con i giovani
  5. Come sviluppo del punto 1: un orario continuo, uguale per tutti i docenti. Quando non si insegna si correggono compiti, si preparano lezioni, ci si aggiorna (ce n'è tanto bisogno...).
  6. Maggiore controllo sulle assenze dei docenti.

Mi rendo conto che non tutto è realizzabile - per certi corsi mancherebbero gli esperti e ci sarebbe il rischio di scegliere per questo compito persone preparate solo sulla teoria... Però cominciamo a parlarne.
Paolo Freschi
Roma




TAG:  DIDATTICA  INSEGNAMENTO  SCIENZE  SOSTEGNO  ORARIO  DOCENTI 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
16 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork