.
contributo inviato da plutonio78 il 11 febbraio 2008

Eccoci di nuovo, dopo appena due anni ci si ripresentano le elezioni.
Tutto rincomincia daccapo, la macchina mediatica, i sondaggi, le dichiarazioni folli e le promesse impossibili da mantenere. Io mi chiedo perchè non si possa parlare liberamnete  e seriamente di quello che si vuole fare in questo paese.
Appena l'altro giorno stavo guardando al tg5 uno stralcio dell'apertura della campagna elettorale fatta da Berlusconi, in un immenso teatro, con tutti i fedelissimi ad osannarlo, con luci finte, posizioni finte, faccie e mosse e immagini studiate a tavolino... Ma perchè dobbiamo premiare questa overdose di artifici?
Berlusconi nel suo discorso (sempre visto al tg5) diceva che il Pd è un partito vecchio, e che dietro c'è Prodi, pertanto ogni riferimento al Pd doveva essere fatto chiamandolo "il Pd di Prodi e Veltroni" , una volta finito il servizio e tornati in studio al tg5, Cesara Buonamici ha lanciato un servizio sul Pd, chiamandolo "Il Pd di Prodi e Veltroni".
Non ci credevo, avevano appena fatto passare in video la frase di Berlusconi che ordinava di chiamare così il Pd, e immediatamente dopo hanno lanciato un servizio utilizzando le esplicite raccomandazioni del loro capo! Ma io dico, che fine ha fatto il buon gusto? Clemente J.Mimum, ma dove sta l'etica professionale? Se fate ci fate caso, adesso in tutti i  servizi il Pd viene chiamato solo così : Il Pd di Prodi e Veltroni. 

E' davvero venuto il tempo sobrietà, gli spot sensazionalistici non incantano più nessuno (o quasi), qui ad ogni campagna elettorale fatta dalla desta si assiste ad un mega-spot che si manda giù come un pillolone senza che nessuno dica nulla.

Io stimo Walter Veltroni, come uomo politico e come persona  di mondo, che ha capito subito in che direzione muoversi e come far notare che tutto quello che fa il suo avversario e falso e macchinoso, infatti l'avvio di campagna elettorale da Spello, con l'aria sana e la natura alle spalle ha da subito messo in difficoltà Berlusconi, che la sera stessa si è affrettato ad intervenire al tg4, per snocciolare sondaggi fuori dal mondo.

Walter, parlaci della nostra Italia, con i tuoi modi pacati e con il tuo piglio deciso, e visto che siamo già in piedi, che ne dici di farlo correre, questo bellissimo paese?

Bravo Walter... è tempo di sobrietà 

TAG:  TG5  CLEMENTE  J.  MIMUM  SPELLO  BERLUSCONI  VELTRONI  PD  PDL  CAMPAGNA ELETTORALE  SOBRIETÀ 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
11 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork