.
contributo inviato da Maria&Giorgio il 8 febbraio 2008
Ieri sera ho sentito Franceschini ad Anno Zero dire che il PD non presentera' candidati con delle condanne passate in giudicato o addirittura in corso. Sarebbe una gran bella notizia e una bella operazione di trasparenza e di rispetto verso la gente che crede che chi li debba rappresentare sia cio' che di meglio si possa trovare in giro per il paese!
La cosa piu' spassosa e' stato vedere la Prestigiacomo fare proprio lo stesso proposito, vedendosi poi costretta a tergiversare quando gli hanno chiesto.... "Ma allora, Dell'Utri, non lo candidate??
Ecco, facciamo pero' in modo che non rimanga solo una buona intenzione smentita dai fatti anche da parte del Partito Democratico!
Facciamo una rivoluzione, mettiamo on-line il curriculum di tutti i candidati del PD (titolo di studio, lingue parlate, lavori svolti, fedina penale pulita, gusti, hobbies ecc ecc). Almeno, se non possiamo mettere la preferenza, ci faremo una idea piu' chiara dei candidati. L'unico modo per vincere oggi e' cambiare, e cambiare in meglio!
TAG:  TRASPARENZA  CURRICULUM  CONDANNA 

diffondi 

commenti a questo articolo 0
commento di Emanuele inviato il 15 febbraio 2008
Sarebbe bellissimo,
avevo già scritto questa cosa su questo forum e mi fa molto piacere che molti la pensano come me! Spero proprio che si possa fare!!!
commento di dario.d inviato il 9 febbraio 2008
Sarò forse disilluso, ma pare che a volte i parlamentari italiani abbiano problemi persino con l'italiano. Figuriamoci con le lingue straniere!
Per quanto riguarda l'operazione trasparenza, credo che forse l'Italia avrebbe bisogno non solo di conoscere il curriculum vitae dei candidati alle elezioni, bensì del loro albero genealogico. Pare quasi che la politica sia diventata una professione al notariato: gli scranni si tramandano di padre in figlio in nipote. Che la capacità politica sia un dono genetico?
commento di democlaudio inviato il 8 febbraio 2008
Sono assolutamente d'accordo con voi! L'idea del curriculum e la nota sulle lingue parlate mi sembra straordinaria. Se poi mi permettete un appunto vorrei chiedere cosa ne pensate di un'eventuale nuova candidatura di De Mita per il PD. Scongiuro chi sceglierà le liste di non inserirlo. La Repubblica dice che non si può fare a meno del suo peso in Campania. Beh, non si poteva fare a meno neanche di Mastella e guarda ora dove siamo...
Forza Walter, yes we can, si può fare
informazioni sull'autore
ISCRITTO A PDNETWORK DAL
8 febbraio 2008
attivita' nel PDnetwork